home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


presa sample su carico fittizio RF
     
Autore Messaggio opzioni
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
29.09.2021, alle ore 21:07
presa sample su carico fittizio RF 

buongiorno,
sto usando questo carico fittizio da 50 ohm/50 watt per testare un vecchio IC720A recuperato dal rottamaio


In basso a destra si vede un connettore MCX che ho connesso all'oscilloscopio, ma con 10-20 watt di uscita dal TX (in AM dovrebbero essere 30-45 V di picco sul carico da 50 ohm) si vedono (male) meno di 5 mV fra 2 e 15 MHz (il 720A ha copertura continua anche in trasmissione, hanno spostato il ponticello xyz)

La mia domanda:
C'è un modo (senza un HP3400) per valutare l'attenuazione della presa ausiliaria?
E già che ci siamo anche se l'attenuazione e' costante in frequenza?
I 60 dB che ho stimato mi sembrano eccessivi per una presa sample, pero' sono ignorante sull'argomento.

Grazie!



"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
pippodue




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
29.09.2021, alle ore 21:49
Io non lo so, comunque comincerei inserendo un wattmetro, se già non l'hai fatto.


anche i grandi uomini, come gli uomini comuni, possono talvolta cadere in errore (Voltaire)
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
29.09.2021, alle ore 23:37
60 dB mi pare strano, ma non si sa mai. Difficile fare attenuatori a valori così alti mantenendo precisione; in genere si usano serie opportune

Per l' attenuazione, normalmente i carichi fittizi sono resistivi e lavorano dalla continua in su... quindi verifichi con una batteria ed un tester. Difficile che ci sia un condensatore in serie.
I vecchi voltmetri RF (tipo HP430) usavano un attenuatore resistivo (typ 20 o più dB) che usciva su un carico bolometrico.

Per la risposta in frequenza devi avere un generatore con uscita costante (difficile che lo sia) o un voltmetro RF a banda opportunamente larga per misurare la tensione del generatore; meglio un analizzatore di spettro con tracking.
caccamo2





postato il:
30.09.2021, alle ore 02:26
Se stiamo parlando di banda DC-20MHz la misura si fa con generatore di funzioni e oscilloscopio, analizzatore di spettro e multimetri non servono a niente, e non serve che il segnale in ingresso sia costante.
La misura si fa semplicemente misurando l'ampiezza in uscita diviso quella in ingresso.
Puoi farla punto per punto generando una sinusoide o puoi fare una chirpata lunga triggerando l'oscilloscopio con il segnale di trigger del generatore se ce l'ha.
Se poi vuoi fare il preciso fai due fft e guardi la differenza tra fondamentale in ingresso e quella in uscita.



Never use ideal current sources in simulation
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
30.09.2021, alle ore 22:56
Prima di tutto grazie per le risposte.

Da una prima verifica con l'ohmetro non c'e' continuita' (ovviamente resistiva!) fra ingresso ed uscita sampling, quindi probabilmente l'accoppiamento e' capacitivo, magari serve solo per prelevare un minimo di segnale da inviare ad un ricevitore monitor.

Purtroppo con l'oscilloscopio non riesco a valutare bene il segnale che è inferiore a 5 millivolt (sotto non ci va come sensibilita') e per misurare l'ingresso a 50 watt (oltre 70 Vp su 50 ohm) devo cercare dei diodi di segnale con almeno 100 Volt inversi per fare un rivelatore di picco, forse degli shotcky dovrebbero andare.

Mi rendo conto che senza strumentazione, anche semiprofessionale, non si va molto avanti, una idea potrebbe essere usare l'S-meter di un ricevitore, ad esempio il mio R2000 inserendo l'attenuatore da 30 dB presente. Sempre che lo S meter sia dignitosamente calibrato. A S9 ci dovrebbero essere 100 uvolt in antenna quindi con 30 dB di attenuatore si arriva a 3 millivolt sempre in antenna.

Temo di essermi infilato nel classico ginepraio a volre usare quella malefica uscita sample...



"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
caccamo2





postato il:
30.09.2021, alle ore 23:33
Per misurare il segnale in ingresso non serve un rivelatore di picco, puoi usare un normale partitore resistivo.
5mV dici...ma con l'ingresso dell'oscilloscopio terminato a 50ohm o ad alta impedenza?
Ad ogni modo, anche se il segnale fosse grande una divisione dell'oscilloscopio, qual'e' la difficoltà?
Se è il rumore basta accendere le medie, se è il tuo occhio basta far calcolare l'rms allo strumento.
Do per scontato che tu abbia usato un oscilloscopio digitale perché a questa banda li trovi anche nel pacchetto delle patatine ormai, usare un analogico è farsi del male.
Comunque stiamo parlando veramente di una banda facilmente gestibile anche su breadboard, non vedo la necessità di particolari strumenti. Se vuoi amplificare un po basta un qualsiasi operazionale da qualche euro.



Never use ideal current sources in simulation
bergio70



[pagine pubblicate]

postato il:
01.10.2021, alle ore 07:17
se non ricordo male ha semplicemente un link, probabilmente una lamella, che si avvicina al connettore...
Sotto non c'è un tappo a vitone?? aprilo, danni non ne fai.



La risposta dipende solamente dalla domanda.
Rispondo nello stesso luogo e nei termini che ritengo più opportuni.
Se la cosa non piace a qualcuno... non so che farci.


http://iw1au.altervista.org/au_AXR.html

Molti altri non mi sopportano, e la cosa è reciproca.

http://www.iw1axr.eu

Daniele
pippodue




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
01.10.2021, alle ore 13:03
Sarà una presa per controllare la modulazione con un ricevitore


anche i grandi uomini, come gli uomini comuni, possono talvolta cadere in errore (Voltaire)
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
01.10.2021, alle ore 18:30

bergio70:
[CUT] ha semplicemente un link, probabilmente una lamella, che si avvicina al connettore...Sotto non c'è un tappo a vitone?? aprilo, danni non ne fai.

Si, c'e' il vitone, ma c'e' anche scritto <berillio tossico>, probabilmente e' lo strato ad alta conducibilita' termica fra resistori e metallo

caccamo2:
[CUT] usare un analogico è farsi del male.[CUT]

Effettivamente il mio vecchio beckman da 20 MHz di 35 e passa anni fa e' parecchio obsoleto e sicuramente ormai anche scalibrato.
Ho visto su farnel che un entry level da 50 MHz va sui 250 euri piu' iva, quindi circa 300 euri.
Temo che per continuare il mio hobby cantinaro dovro' iniziare a risparmiare, con l'eta' si diventa parsimoniosi (o meglio avari)

Per ora continuo a rimettere in azione il vecchio IC720A a motore (e' letteralmente a motore per cambiare i filtri di ingresso...), certo che vivendo in citta' non e' semplice.

Grazie a tutti per le dritte!




"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
01.10.2021, alle ore 20:12
double_wrap:
ma c'e' anche scritto <berillio tossico>, probabilmente e' lo strato ad alta conducibilita' termica fra resistori e metallo



Se non lo gratti (e respiri la polvere) o ti succhi per mesi la lamella .. non hai problemi. Gran materiale (l' ho usato per la tesi), purtroppo un poco pericoloso da lavorare
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2021 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale