home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


alimentazione ic massa comune
     
Autore Messaggio opzioni
jo65





postato il:
28.12.2021, alle ore 14:52
alimentazione ic massa comune 

buongiorno a tutti, rischio di danneggiare il componente se collego il 555 come da schema?
jo65





postato il:
28.12.2021, alle ore 14:57
[quote](jo65):buongiorno a tutti, rischio di danneggiare il componente se collego il 555 come da schema? https://postimg.cc/7C1xxjZ3

caccamo2





postato il:
28.12.2021, alle ore 18:02
Ma sei impazzito? Che roba è? A parte che scatta il salvavita, ma oltre al componente rischi proprio la vita. Thread da cancellare.


Never use ideal current sources in simulation
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
28.12.2021, alle ore 18:13
Mi si sono incrociati gli occhi con i diodi disegnati a quel modo, ma sembra che durante la semionda positiva del generatore a 220 Vac(!) i diodi D2 e D8 creino un bel percorso chiuso (-> arrosto) . Analogamente durante la semionda negativa i diodi D5 e D7 creano un altro percorso chiuso (-> secondo arrosto). Pero' posso sbagliare io nel leggere il circuito.
Se ci ho preso, considerando che ci colleghi la 230 di rete, non e' bello ne per i diodi ne per te.

Tu cosa verresti fare? vuoi per caso alimentare il regolatore LM7812 con la tensione di rete raddrizzandola e poi riducendola con le due resistenze R9 ed R10? (che dissiperanno un notevole potenza in calore)

Prova a ridisegnare il circuito disponendo i diodi a ponte (il classico rombo) e ricontrolla i percorsi, il 555 e' l'ultimo ad avere problemi....



"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
germano_elettronico





postato il:
28.12.2021, alle ore 20:54
Probabilmente vuoi fare una cosa del genere:

http://www.seekic.com/circuit_diagram/Measuring_and_Test_Cir…

https://320volt.com/en/555-entegresi-ile-trafosuz-roleli-zam…


Dallo schema che hai postato, si capisce che non sei molto esperto e ti consiglio di usare il trasformatore 230-12V.
Ti ho messo i link, ma solo per curiosità.
Se non sai che il condensatore sulla 230V é di tipo speciale (X2) allora, a maggior ragione, meglio che usi un circuito più sicuro.
bergio70



[pagine pubblicate]

postato il:
29.12.2021, alle ore 06:54
Un bel trasformatore no??

... magari un ex caricabatterie da telefonino, che magari hai in casa.
Non costa nulla, è gia' fatto e non ci resti secco se lo tocchi, ma non lo apri.



La risposta dipende solamente dalla domanda.
Rispondo nello stesso luogo e nei termini che ritengo più opportuni.
Se la cosa non piace a qualcuno... non so che farci.


http://iw1au.altervista.org/au_AXR.html

Molti altri non mi sopportano, e la cosa è reciproca.

http://www.iw1axr.eu

Daniele
jo65





postato il:
29.12.2021, alle ore 23:55
OK, non convinceva neanche me, l'intento era di avere +110V- 0 -110V, perchè devo alimentare tramite IGBT per pilotare un trasformatore Toro da 500VA che ha primario 110-0-110, ecco perchè mi serve la presa centrale a monte.
Lo schema completo non contempla un 555 ma un 324 in configurazione astabile, la domanda che vorrei fare: si può collegare masse comuni 220V a massa 24V magari di un alimentatore?
rcc.roberto



[pagine pubblicate]

postato il:
30.12.2021, alle ore 08:08
Ma se lo colleghi agli estremi e lasci libera la presa centrale hai un trasformatore a 220V.

Forse è meglio che prima di giocare con la 220 (230)V studi un pochettino, per evitare di farti male.
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
30.12.2021, alle ore 12:39
jo65:
[CUT]si può collegare masse comuni 220V a massa 24V magari di un alimentatore?

la rete a 230 volt monofase ha due conduttori: una FASE ed un NEUTRO, poi c'è il terzo filo (giallo/verde) che è la TERRA di protezione

L'unica cosa che si puo' mettere in comune con qualcosa a valle di un traformatore, e solo ai fini della protezione, è la TERRA giallo/verde.

rete 230 (FASE+NEUTRO) -> primario trasformatore -> isolamento galvanico ->
-> secondario traformatore -> ponte/condensatore -> regolatore -> uscite <+> e <->

solo la TERRA giallo/verde della presa di rete si puo' collegare alla massa metallica del contenitore ed al <-> del regolatore
(talvolta per casi particolari si collega alla massa il <+> del regolatore)

Ai fini della sicurezza personale (si crepa davvero!) ci deve essere sempre un isolamento galvanico fra la rete a 230 e qualunque altra cosa esca dalla scatola. Nel caso dei riduttori capacitivi senza trasformatore, l'isolamento galvanico è dato dal rele' o dal fotoaccoppiatore di uscita.

Mi associo a quanto già detto da altri: prendi un libro di elettrotecnica di base e leggilo, poi rileggilo di nuovo, poi avvicinati alla presa della 230.



"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2022 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale