home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Robotica
Finalmente un posto dove poter discutere di robotica, scambiarsi idee, progetti ed opinioni. Partecipa anche tu...


Servo industriali, come si usano?
     
Autore Messaggio opzioni
wirecut





postato il:
28.08.2018, alle ore 14:52
Servo industriali, come si usano? 

Mi riferisco a quei motori con encoder e alimentazione AC. Hanno un loro controller e una porta Ethernet.

Come si comandano?

Per comandare gli stepper si usano le linee DIR, STEP e ENABLE, e tutto sommato la cosa e\' abbastanza semplice; ma con questi motori come ci si comporta?

Pongo questa domanda perche\' mi si presenta una opportunita\'. Nella azienda dove lavoro hanno dismesso una discreta quantita\' di sistemi di automazione basati su una struttura cartesiana. I tre assi vengono mossi da questi motori servo.

Se volessi “riutilizzare\" questi motori, come mi devo interfacciare con la loro elettronica di controllo?

Purtroppo tutta la documentazione di questi motori e\' in cinese e sono connessi ad un PLC anch\'esso cinese.


Leo



... piu studio e piu mi rendo conto di quanto sono ignorante ...
rcc.roberto



[pagine pubblicate]

postato il:
28.08.2018, alle ore 15:52
Innanzi tutto, ti ricordo di mantenere le promesse..... dovevi continuare gli articoli ma ti sei fermato a 1.


Per quanto riguarda il motore, va ben visto il modello, potrebbe anche essere un micro passo a 3 cavi; oppure in alternata, come dici, e il controller utilizza l'endoder per la posizione.

E' megli se pubblichi il modello e marca sia del motore che dell'encoder.

Ma..... dopo tanti anni in Cina, non hai ancora imparato il cinese?
wirecut





postato il:
29.08.2018, alle ore 14:04
Roberto, hai ragione, ma il tempo e' tiranno.

Arrivo in ufficio alle 8:30 e cinque minuti dopo sono gia' le 12:30 ... e ... me ne accorgo perche spariscono tutti per la pausa pranzo.
non ti dico il pomeriggio, vola. Sono indietro con molte cose. E per i prossimi mesi sara' cosi perche sta partendo un progetto con gli stepper e gli Harmonic driver.

Domani vedi di capire almeno il brand!

Per il cinese, ho impatato cinque vocaboli! In compenso ho disimparato l'Inglese!



... piu studio e piu mi rendo conto di quanto sono ignorante ...
schottky





postato il:
30.08.2018, alle ore 07:54
Chiariamo un poco i termini. Per servomotore nel campo degli azionamenti industriali si intende un complesso di un motore, un encoder o potenziometro per la misura della rotazione e un riduttore montati in un unico involucro. Il motore classicamente e un CC a spazzole o un bifase a corrente alternata, ma in tempi moderni si utilizzano anche brushless.
L'utilizzo di un servomotore prevede l'implementazione di un segnale di riferimento da confrontare con il segnale di feedback proveniente dall'encoder, il segnale di errore amplificato e filtrato da un apposito controller e finalmente utilizzato per appiicarlo tramite un amplificatore di potenza al motore.
Il sistema di controllo può essere analogico o digitale e in quest'ultimo caso prevede l'impiego di convertitoro AD e DA.
Evidentemente l'oggetto di cui stai parlando non è un servomotore ma un asservimento completo evidentemente di tipo digitale in cui evidentemente l'ingresso ethernet serve a comunicare il segnale di riferimento (ed eventuali altri comandi) secondo un protocollo la cui conoscenza è indispensabile per l'utilizzo.



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
schottky





postato il:
30.08.2018, alle ore 08:40
Per vedere di capire qualcosa di questo tipo di sistemi integrati motore/driver/controller (nel tuo caso suppongo anche l'alimentazione) puoi provare a sfogliare prodotti di altre case (più tradizionali nel campo dell'automazione) e vedere se di desume un protocollo comue, supponendo che come per altre cose poi i cinesi si "adeguano"
C'è Schneider https://www.schneider-electric.com/en/product/ILA2K571PC1A0/…
Mistsubishi https://us.mitsubishielectric.com/fa/en/products/drive-produ…
JVL http://www.jvl.dk/default.asp?Action=Details&Item=800
Tolomatic https://www.tolomatic.com/products/product-details/acsi-ethe…
Una questione importante riguarda il tipo di rete, infatti per garantire il determinismo necessario in impianti industriali si utilizzano reti ad hoc e non il tradizionale protocollo TCP/IP (questo indipendentemente dal connettore fisico utilizzato che può anche essere lo stesso) gli esempi più comunti sono Profinet, Profibus-Dp/Dpv1 DeviceNet, CC-Link, CanOpen.



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
schottky





postato il:
30.08.2018, alle ore 08:43
Mi accorgo che da come ho scritto l'ultima frase sembri che non si usi mai l'accoppiata ethernet TCP/IP, questo è sbagliato perchè in molti casi si usano, volevo solo mettere in evidenza la prima variabile da individuare.


Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale