home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


come ridurre il numero dei fili
     
Autore Messaggio opzioni
thevenin1985





postato il:
01.06.2012, alle ore 10:47
Allora, io ho sempre visto singoli contraves affiancati tra di loro e con un flat collegati alla radio (il KT-210 è così).

A mio avviso, in questo circuito, non è adatto proprio per i problemi che si vengono a creare in fase di commutazione. Quindi io starei su singoli interruttori e codifiche dette prime.

@Franco. Che io sappia, delle resistenze di pull-up o pull-down, ci vanno sui contraves...quindi alimentazione solo sull' elettronica direi di no!! magari ho capito male io!



Essere testardi ogni tanto ti porta a risolvere un difetto.

Quando cerchi un componente, trovi tutti gli altri, tranne quello che cerchi.

15/06/2012: Ciao nonno...rimarrai sempre nei nostri cuori :'(

Claudio
FrancoGual



[pagine pubblicate]

postato il:
01.06.2012, alle ore 11:16
Allora,se fai un pullcometipare sull'elettronica,sull'altro lato puoi fare il pull opposto.Quindi il gioco è fatto.
Ovvio hai visto un solo contraves e non li hai mai usati.
Invece nel caso dell'amico potrebbe anche con un interruttore aprire il comune e selezionare il relè da eccitare,dopo chiude l'interruttore e si ecciterà SOLO il relè corrispondente.
Semplice,oserei dire banale.



Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.
Si vis pacem, para bellum!!!
Mark Zuckerberg ha reso suoi schiavi milioni di persone senza che se ne rendessero conto. F.G.
<Avete vinto voi,ma almeno non riuscirete a considerarmi vostro complice> Da Mediterraneo.
Inferno,Canto III,verso 51 Virgilio dice.........
thevenin1985





postato il:
01.06.2012, alle ore 11:52
Mah, che non li abbia mai usati questo non lo puoi sapere :). Ho fatto un timer con i contraves e quindi quello che scrivo non è a casaccio.
Ci possono essere vari modelli??...beh sì, su questo hai ragione.



Essere testardi ogni tanto ti porta a risolvere un difetto.

Quando cerchi un componente, trovi tutti gli altri, tranne quello che cerchi.

15/06/2012: Ciao nonno...rimarrai sempre nei nostri cuori :'(

Claudio
Daniels118





postato il:
01.06.2012, alle ore 12:54
Ma la mia soluzione era così brutta? Basterebbe un solo filo oltre alla massa e sarebbe sufficiente un singolo integrato.


http://daniels118.altervista.org/

Il principio di funzionamento è controllato da un microprocessore... mi fido di più quando il principio di funzionamento è controllato da chi ha progettato l'apparecchio!
daniele1979





postato il:
01.06.2012, alle ore 13:00
ciao, grazie delle vostre numerose risposte...
per il discorso del pic non li saprei neanche usare...
per il discorso dei bcd , se per esempio avendo 9 canali essendo un decadico, attivo l interrutore del 1 calale e del 4 canale e del 9 non si crea un problema?
FrancoGual



[pagine pubblicate]

postato il:
01.06.2012, alle ore 13:04
La soluzione di daniels è la più migliore assai come risparmio certo.Ma come complicatezza a valle anche. O un pic,con relativa programmazione o un 3915 o 14 non ricordo bene qual'è il lineare dei 2.Resta la precisione,visto che sono 10 stadi.
Therevin,se ho letto bene.... dici che hai visto sempre singoli contraves affiancati.

thevenin1985:
Allora, io ho sempre visto singoli contraves affiancati tra di loro e con un flat collegati alla radio (il KT-210 è così).

A mio avviso, in questo circuito, non è adatto proprio per i problemi che si vengono a creare in fase di commutazione. Quindi io starei su singoli interruttori e codifiche dette prime.

@Franco. Che io sappia, delle resistenze di pull-up o pull-down, ci vanno sui contraves...quindi alimentazione solo sull' elettronica direi di no!! magari ho capito male io!

Poi dici di averli usati,ve bè,le reistenze le si mettono sui contraves più per comodità,si tratta di corrente continua,se le resistenze le metti altrove,basta che il collegamento sia corretto.Non sono condensatori per UHF.




Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.
Si vis pacem, para bellum!!!
Mark Zuckerberg ha reso suoi schiavi milioni di persone senza che se ne rendessero conto. F.G.
<Avete vinto voi,ma almeno non riuscirete a considerarmi vostro complice> Da Mediterraneo.
Inferno,Canto III,verso 51 Virgilio dice.........
thevenin1985





postato il:
01.06.2012, alle ore 13:26
Poi dici di averli usati,ve bè,le reistenze le si mettono sui contraves più per comodità,si tratta di corrente continua,se le resistenze le metti altrove,basta che il collegamento sia corretto.Non sono condensatori per UHF.


Io non ho detto nulla sul collegamento. Tu hai detto che l'alimentazione stava SOLO sul circuito, non è così. Se le resistenze stanno sul circuito o sui contraves, la tensione è SEMPRE presente.

LM-3914 è quello lineare...dovrebbe mettere dei fotoaccoppiatori sui pin in uscita...quindi non so quanto conviene!!



Essere testardi ogni tanto ti porta a risolvere un difetto.

Quando cerchi un componente, trovi tutti gli altri, tranne quello che cerchi.

15/06/2012: Ciao nonno...rimarrai sempre nei nostri cuori :'(

Claudio
thevenin1985





postato il:
01.06.2012, alle ore 13:30
@Franco.

Questo non è un singolo contraves?? http://www.google.it/imgres?q=contraves+binario&um=1&hl=it&s…

questi non sono vari contraves affiancati tra loro?? http://www.google.it/imgres?q=contraves+binario&um=1&hl=it&s…

Ora dimmi, in cosa ho sbagliato a scrivere?? :)



Essere testardi ogni tanto ti porta a risolvere un difetto.

Quando cerchi un componente, trovi tutti gli altri, tranne quello che cerchi.

15/06/2012: Ciao nonno...rimarrai sempre nei nostri cuori :'(

Claudio
amilcare.c



[pagine pubblicate]

postato il:
01.06.2012, alle ore 15:15
Non ho nen capito cosa devi comandare con questi interruttori, quale segnale deve passare:
Un segnle digitale o analogico?
E' possibile solo leggerne il valore ciclicamente o ai bisogno di averli tutti contemporaneamente.
Un contraves non so se sia una soluzione applicabile, dipende dall'uso che ne vuole fare



http://www.elettroamici.org/

Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei,
la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te.
E quello che gli altri pensano di te è problema loro.
Charlie Chaplin

Elettronica: il LEGO dei grandi
maxmix69





postato il:
01.06.2012, alle ore 15:17
L'idea di Daniels118 mi piace. I comandi servono uno alla volta, tipo commutatore rotativo, oppure devono essere separati? Se sì, quanti contemporanei? Cmq esiste la tecnica multiplexer, qui trovi il datasheet di un integrato storico:

http://www.ti.com/lit/ds/symlink/cd4052b.pdf

ma se cerchi in rete ce ne sono tanti altri, pure moderni.
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2021 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale