home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


Stampa 3D, CNC amatoriale ,consigli ed esperienze personali
     
Autore Messaggio opzioni
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
10.07.2020, alle ore 15:05
Un consiglio per l' estrusore.
E' la terza volta che l' estrusore di serie della Anet fa cilecca. Ad un certo punto 'sgrana' ed il filamento non avanza o avanza solo in parte. Si sente il tac tac dell' ingranaggio che lavora male o lavora a vuoto.
La prima volta l' asse dell' ingranaggio era avanzato rispetto alla ruota di scorrimento; la seconda volta il motivo è rimasto ignoto; questa volta lo vedrò dopo lo smontaggio. In ogni caso l' affidabilità dell' estrusore non è eccezionale; la sfiga ha anche voluto che i problemi si manifestassero dopo 8-12 ore di stampa, con tutto il lavoro fatto da buttare.
Niente di grave o critico; insieme a tutti gli altri problemi che via via si sono presentati mi viene difficile per il mio carattere di parlare di frustrazione, ma direi più appropriatamente enorme giramento di co...


Devo pensare ad un nuovo estrusore, più affidabile. Senza esagerare penserei ad un estrusore che possa arrivare attorno ai 300°C o poco sotto.
Nel web ho visto estrusori con soluzioni costruttive molto differenti e con opinioni contrastanti degli utilizzatori.

Mi date un vostro consiglio -parere ????



Altre due cose:
guzzj:
...visto le alte temperature dell hot end e del piatto essendo sempre acceso, assolutamente da usare i 2 mosfet e saldare i fili del piatto per non avere problemi.


Mi sono dimenticato di ordinarli. Hai un link ad uno schema e scelta componenti?

Cosa intendi con 'saldare i fili del piatto'?
guzzj




una ogni 10 livelli


postato il:
11.07.2020, alle ore 13:48
MB54:

Hai un link ad uno schema e scelta componenti?


io ho preso 2 di questi e poi ho stampato il doppio supporto
https://www.amazon.it/XZANTE-Modulo-espansione-Stampante-Com…

per il piatto se hai lo spinotto con i 4 fili, devi assolutamente toglierlo e saldare fili di alimentazione cambiandoli se necessario con cavi di maggiore dimensione direttamente sul piatto, se hai ancora lo spinotto cè un alta probabilità di incendio.

per quanto riguarda il tuo estrusore, tu hai la ventola che soffia direttamente sugli ingranaggi e sul filo, io invece ho una copertura alettata che mi chiude gli ingranaggi e non soffia su di essi, meno sporcizia che si attacca al filo con conseguente intasamento dell'ugello,
oltre a questo vanno considerati altri fattori, il primo è alla qualità del filo in termine di omogeneità del diametro, e il secondo da non sottovalutare la temperatura di estrusione che se troppo alta brucia il filo con conseguente intasamento dell'ugello e sgranatura dell'estrusore.

purtroppo la stampante e la cnc o la ami o la odi, ma con un po' di esperienza e pazienza si riesce ad avere ottimi risultati, ovviamente ricordarsi la cosa più importante di tutto: la fortuna è bendata ma la sfiga ci vede bene.
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
12.07.2020, alle ore 09:52
guzzj:
ho trovato i miei appunti...

...
temperatura piatto 110°
...


...
mi raccomando una cosa, visto le alte temperature dell hot end e del piatto essendo sempre acceso, assolutamente da usare i 2 mosfet e saldare i fili del piatto per non avere problemi.



ANET dice che con la A8Plus ha risolto le criticità termiche della A8, intese come surriscaldamento.

Quello che ho visto sulla mia:
I riscaldatori sono alimentati a 24V, quindi minori correnti.
Impostando 105°C, il riscaldamento (molto lento) si ferma a 90°C e di lì non si schioda. Mi pare di aver letto che è una protezione nel firmware: non ritovo il link, ma poi lo cerco.
Il piatto riscaldante ha un connettore a 6 poli. Due sono usati per il termistor, due per il positivo del riscaldatore e due per il negativo. Quindi rispetto alla A8 i fili al riscaldatore sono sdoppiati.
I 2+2 conduttori sono piuttosto sottili, ma non riscaldano MAI in nessuna condizione: rimangono freddi. Solamente negli ultimi cm vicino al connettore i fili si intiepidiscono per conduzione diretta del calore tra hot bed a 90°C-> connettore -> fili. L' isolamento dei conduttori non è pvc, non è silicone: presumibilmente polietilene o piu' difficilmente polipropilene o simili.
Il connettore è piu' caldo nella metà fissata all' hot bed (ovvio) e meno caldo (sui 45-50°) nella parte staccabile nella quale sono innestati i fili
Con riscaldamento a manetta il dissipatore del MOSFET arriva a 56° (da qualche parte Anet dice di aver cambiato il mos
La scheda madre ha connettori apparentemente preferibili a quelli della MB vecchia
La PSU è ventilata. La MB, senza ventola, non scalda molto.

Naturalmente per prudenza farò sia le modifiche 'termiche' consigliate per la vecchia A8 sia non la lascerò incustodita.

Tuttavia alcuni aspetti da risolvere ci sono:

1) la temperatura del piatto in vetro, misurata con termocoppia a contatto del vetro ed isolata termicamente sul lato superiore, è di 8,5°C inferiore a quella indicata dal display della Anet.
2) il piatto in vetro non supera gli 82°C misurati con termocoppia (certificata). Forse basterà, forse no per l'ASA ed altri filamenti che richiedono un piatto caldo. In ogni caso la A8 plus è al minimo.
3) per la vecchia A8 (a 12V), la migliore analisi della temperatura del piatto é a questo link:
https://3dprint.wiki/reprap/anet/a8/improvements/understandi…
con simulatore excel del piatto riscaldante:
https://3dprint.wiki/_media/reprap/anet/a8/improvements/warm…

Da capire dove è il blocco a 90° nel sw-firmware della A8Plus e poi prendere spunto dal link precedente per velocizzare il riscaldamento e disperdere meno calore: contrariamente a quello che pensavo, il solo isolamento del lato inferiore non è una buona idea; l' autore suggerisce di usare un' isolante in alluminio per riflettere verso il letto riscaldante la radiazione IR, eventualmente aggiungendo ulteriore isolante dopo l' alluminio (lui usa sughero).

4) per risolvere la questione del connettore sulla vecchia A8
https://3dprint.wiki/reprap/anet/a8/replace_hb_connector
https://www.instructables.com/id/How-to-Fix-Anet-A8-Hotbed-B…
https://dan.bemowski.info/2017/12/09/heat-bed-connector-tips…

Nella A8Plus i fili sono raddoppiati e non scaldano. Non essendo dichiarata la resistenza del connettore, può essere comunque prudente eliminarlo

5) i mosfet della motherboard della A8 plus non scaldano molto (disspitaore a 56°), comunque per prudenza meglio mettere i mos esterni. SI trovano ovunque nel web. Ho provato a cercare uno schema con scarsi risultati; l' unico che ho trovato è a questo link, che riporta anche il link a easyeda con schema e pcb

https://reprap.org/forum/file.php?13,file=110874



Monterò sicuramente i mos esterni, ma imho non mi sembra indispensabile per la A8Plus (ma non si sa mai).

Questo è quanto visto fino ad ora per poter stampare l' ASA con la A8Plus; devo risolvere i problemi dell' estrusore che sgrana e poi proverò se i 90°C nominali max del piatto ( 82 misurati) sono sufficienti. Non bastassero, dovrò prima intervenire sul firmware della stampante.




guzzj




una ogni 10 livelli


postato il:
12.07.2020, alle ore 10:48
MB54:

dovrò prima intervenire sul firmware della stampante


per i mosfet e i cavi del hot bed sono del parere di effettuare la modifica indipendentemente dalle dichiarazioni di anet, anche perché sul web qualcuno ha avuto gli stessi problemi, alla fine non ci vuole molto ed è una sicurezza in più.
per quanto riguarda la temperatura ho appena provato a scaldare i piatti, sulla anet mi segna 110 ma e il piatto è 92, sulla zortrax arrivo al massimo a 105 e sul piatto ho circa 100, però è vero che è chiusa e probabilmente questo giustifica la meno differenza di temperatura.

per quanto riguarda il firmware non posso aiutarti perché ho sempre usato i custom.

per l'estrusore che sgrana ti consiglio di controllare il cuscinetto di appoggio, ma sono convinto che hai solo l'ugello sporco.
dovresti fare una prova scaldando a 235 e fare estrudere 10 cm di filamento
tenendo sotto controllo gli ingranaggi in modo da vedere se quando sgrana cosa succede. al massimo cambia ugello.
per caso hai provato il codice per il livellamento?
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
12.07.2020, alle ore 20:51
guzzj:

per i mosfet e i cavi del hot bed sono del parere di effettuare la modifica indipendentemente dalle dichiarazioni di anet,


Ho ordinato questi in GB
https://www.banggood.com/2pcs-MOSFET-High-Power-Heated-Bed-E…


guzzj:

per l'estrusore che sgrana ti consiglio di controllare il cuscinetto di appoggio, ma sono convinto che hai solo l'ugello sporco.
dovresti fare una prova scaldando a 235 e fare estrudere 10 cm di filamento
tenendo sotto controllo gli ingranaggi in modo da vedere se quando sgrana cosa succede. al massimo cambia ugello.

Avevo già provato varie volte a far estrudere a 240° dei pezzi di filamento; in genere nulla o estrusione minimale.

Ho smontato l' estrusore, ed ho visto:

dei due grani che tengono fissato il riscaldatore al blocchetto di alluminio, uno si era perso ed uno era lasco. Non credo che fosse questo il problema
l' ingranaggio era pulito

il filamento all' interno dell' estrusore era in parte segnato dai denti dell' ingranaggio, in parte fortemente scavato, in parte integro. All' estremità interna il filamento aveva una piccola pallina che non consentiva la rimozione del filamento (a caldo) e credo impedisse l' avanzamento
senza ingranaggio ho estruso spingendo a caldo, ed il filamento è uscito dall' ugello

stranamente però, con l' estrusore smontato, il motore non dava segno di vita con il comando 'estrudi filamento'. Avrebbe dovuto girare a vuoto

non ho ancora rimontato il tutto perchè non avevo la brugola per stringere i grani; domani provo

La mia ipotesi è che i fori che guidano il filamento prima e dopo l' ingranaggio abbiano dei problemi, o meglio che li abbia l' anello spingendo il quale si dovrebbero allontanare ingranaggio e ruota in fase di inserimento del filamento. Ogni volta cambiare filamento è un terno al lotto.



guzzj:

per caso hai provato il codice per il livellamento?

Non ancora; da comando libero gli stepper e sposto a mano prima in 4 punti e poi ripasso in 9 punti.
guzzj




una ogni 10 livelli


postato il:
12.07.2020, alle ore 21:03
aaa il filamento devi cambiarlo in questo modo se non vuoi problemi di otturazioni, metti l hot end al punto di fusione de filo, schiacci a mano il blocco, spingi il filo per farne uscire un po e poi tiri con decisione per estrar4lo tutto, idem per quando rimetti il nuovo, farlo con il software cambio filo porta sporcizia nell'ugello.
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
12.07.2020, alle ore 21:11
Provato anche così in passato, ma non cambia: l' inserimento è sempre casual ed occorre provare più volte. Per questo ipotizzo che il meccanismo di sblocco sia difettoso o comunque problematico.

Nel caso specifico comunque il guasto si è verificato dopo molte ore di estrusione (6 o 7) ed il filamento era PET-G già da molte stampe, senza cambi di filamento.
guzzj




una ogni 10 livelli


postato il:
13.07.2020, alle ore 08:57
se hai trovato il filo scavato probabile che si sia intasato l'ugello, mi era capitato anche a me con il petg, cambiato l'ugello ho risolto.
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
13.07.2020, alle ore 09:03
guzzj:
se hai trovato il filo scavato probabile che si sia intasato l'ugello


Cerco la brugola e poi rimonto tutto, sicuramente cambiando l' ugello

MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
21.07.2020, alle ore 19:23
Nella settimana scorsa non ho fatto prove, un poco per il lavoro e molto per il caldo. Sabato ho smontato tutto il gruppo estrusore: cambiato ugello (ma estrudendo a mano non pareva tappato), pulito gli ingranaggi (che però non erano sporchi), verificato il tubo guida interno in teflon ecc. ....
Rimontato il tutto ... non estrudeva. La causa era il connettore del motore dell' estrusore,lato scheda; si era leggermente sfilato e pur essendo visivamente inserito non faceva contatto ed il motore non girava.
Avevo visto questo problema dopo lo smontaggio dell' estrusore, ma non mi è chiaro se il problema iniziale (scarsa estrusione a metà di una stampa e poi mancata estrusione nelle prove) fosse il connettore lasco (direi strano, probabilmente l'ho tirato durante lo smontaggio) o piuttosto l' ugello parzialmente tappato

(MB54):
stranamente però, con l' estrusore smontato, il motore non dava segno di vita con il comando 'estrudi filamento'. Avrebbe dovuto girare a vuoto
[/quote]

Comunque adesso pare funzionare e proverò l' ASA: voglio fare un paio di pomelli per coperchi di pentole, per vedere come l' ASA si comporta sui 90-100°C in presenza di vapore

segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2021 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale