home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: chiacchiere
Suggerimenti, opinioni, segnalazione siti e discussioni a tema libero. (evitate post sul sistema dei livelli, per eventuali richieste e suggerimenti usate l'apposita scheda contatti)


Correttezza
     
Autore Messaggio opzioni
TESLA668





postato il:
10.08.2015, alle ore 14:18
[CUT] chi ha più di ...nt'anni ha spremuto ogni informazione, ogni briciola di esperienza da libri, riviste, persone più esperte. Spesso impiegando mesi per venire a capo di un problema. Oggi c'è goooogle... e il problema non è più trovare le informazioni, ma scegliere quella giusta tra le migliaia che lo schiavo che sta appoggiato sul tavolo ti propina in mezzo secondo.


Concordo d, oggi tanti credono che scaricare uno schema sia semplice ed applicabile, ma in realtà dalla teoria alla pratica, ci passa un mondo, e tante ore a sudare sulle bread board

Ciao,ci vediamo presto r



V.I.T.R.I.O.L.
walter49





postato il:
27.09.2015, alle ore 11:07
Da tanti anni pratico l'elettronica, ma non sono un esperto, sono sempre un piccolo dilettante che ha considerato i componenti come scatolette chiuse senza mai andare a fondo nella conoscenza dei calcoli. Applico la legge di ohm, ma poche volte essa è sufficiente per arrivare in fondo alla soluzione dei problemi che incontro nel realizzare i progetti che vorrei veder funzionare. Qui ho trovato un mondo di persone che con i loro consigli mi hanno aiutato con gentilezza e pazienza ogni volta che ho posto un quesito. Purtroppo la mia ignoranza dei particolari è grandiosa e molto spesso annego in un dito d'acqua ma nonostante ciò continuo e continuerò a saldare fili e fare PCB accontentandomi di quanto riesco a realizzare. Con questo non intendo rivolgere alcuna critica, anzi, ringrazio tutti quelli che hanno risposto (anche in orari notturni) alle mie richieste. Ciao a tutti e grazie
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
25.05.2017, alle ore 07:15
nautiluso:
...Purtroppo l'elettronica amatoriale, intesa come 10 o 20 anni fa, non esiste più, l'appassionato che compra i componenti nel negozio sotto casa per fare il circuitino è ormai in decisa via di estinzione. L'elettronica di consumo di oggi ha abituato le nuove generazioni ad un concetto ed un livello di tecnologia consolidato, che spazza via ne555 o TDA2005. L'interesse e lo stupore di un lampeggio di led di 20 anni fa oggi lo si trova nella nuova app o nel nuovo modello di Iphone...

Mi associo, sono anche io molto dispiaciuto dalla "brutta piega" che ha preso l'elettronica negli ultimi decenni. Ma ci sono speranze.

Non si può contrastare lo "smartofono" e il "bimbominkismo" creato dallo smartofonismo (bimbominkismo è un termine tecnico vedere wikipedia). Ma si possono almeno recuperare dalla intossicazione i migliori, dandogli una reale possibilità di uscire dalla prigione digitale che li stringe.

La via di uscita di cui hanno bisogno per "ricongiungersi al mondo reale" non è però quella della super tecnologia proposta dalla industria, che tiene più ai suoi guadagni che al nostro bene.

Raspberry, Arduino e IOT (internet of Things) non sono una vera via di uscita. Permettono di collegarsi con il mondo reale solo a chi è disposto a diventare un programmatore improvvisato. Per cui la gran parte degli intossicati che, giustamente, ha sogni e passioni che non includono la programmazione, resta tagliata fuori.

La via di uscita dobbiamo trovarla noi appassionati, deve essere fuori dal circuito commerciale, quindi Open Source e No Profit (altrimenti si finisce dalla parte dei cattivi). E deve essere componibile dall'utente stesso, con bassa tecnologia. E anche maneggiabile con saldatore e tronchesine. Una specie di ElectroLego i cui blocchetti sono componenti elettronici. Ma anche un ElectroLego poco costoso e LowTech, quindi non come Phidgets.

- - - - -

Il sistema theremino è solo un piccolo passo in questa direzione. Con le energie che abbiamo è difficile fare di meglio. Ma stiamo indicando una strada.

Collaboriamo... non necessariamente nel sistema theremino, ma almeno tutti nella stessa direzione, che è: Bassa tecnologia, software e firmware solo dove realmente necessari, tutto No profit e rigorosamente Open Source.

E soprattutto stare bene alla larga da industria, commercio e pubblicità.







Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
schottky





postato il:
25.05.2017, alle ore 09:30
@theremino: Non te la prendere. per facilitarti in questo senso ti specifico che non sono ostile alla casa di Redmod, anzi presso il forum passo per un fan sfegatato (e non è vero neanche questo), ma Theremino, che apprezzo moltissimo per alcune soluzioni che consente in casi specifici, non mi pare realizzi quello che di ci tu, come approccio generalizzato rischia di diventare un modo per infilare windows in cose che prima si facevano con quattro componenti messi in croce, esattamente l'inverso.


Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
nautiluso




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
25.05.2017, alle ore 10:00
theremino:
nautiluso:
...Purtroppo l'elettronica amatoriale, intesa come 10 o 20 anni fa, non esiste più, l'appassionato che compra i componenti nel negozio sotto casa per fare il circuitino è ormai in decisa via di estinzione. L'elettronica di consumo di oggi ha abituato le nuove generazioni ad un concetto ed un livello di tecnologia consolidato, che spazza via ne555 o TDA2005. L'interesse e lo stupore di un lampeggio di led di 20 anni fa oggi lo si trova nella nuova app o nel nuovo modello di Iphone...

Mi associo, sono anche io molto dispiaciuto dalla "brutta piega" che ha preso l'elettronica negli ultimi decenni. Ma ci sono speranze.

Non si può contrastare lo "smartofono" e il "bimbominkismo" creato dallo smartofonismo (bimbominkismo è un termine tecnico vedere wikipedia). Ma si possono almeno recuperare dalla intossicazione i migliori, dandogli una reale possibilità di uscire dalla prigione digitale che li stringe.

La via di uscita di cui hanno bisogno per "ricongiungersi al mondo reale" non è però quella della super tecnologia proposta dalla industria, che tiene più ai suoi guadagni che al nostro bene.

Raspberry, Arduino e IOT (internet of Things) non sono una vera via di uscita. Permettono di collegarsi con il mondo reale solo a chi è disposto a diventare un programmatore improvvisato. Per cui la gran parte degli intossicati che, giustamente, ha sogni e passioni che non includono la programmazione, resta tagliata fuori.

La via di uscita dobbiamo trovarla noi appassionati, deve essere fuori dal circuito commerciale, quindi Open Source e No Profit (altrimenti si finisce dalla parte dei cattivi). E deve essere componibile dall'utente stesso, con bassa tecnologia. E anche maneggiabile con saldatore e tronchesine. Una specie di ElectroLego i cui blocchetti sono componenti elettronici. Ma anche un ElectroLego poco costoso e LowTech, quindi non come Phidgets.

- - - - -

Il sistema theremino è solo un piccolo passo in questa direzione. Con le energie che abbiamo è difficile fare di meglio. Ma stiamo indicando una strada.

Collaboriamo... non necessariamente nel sistema theremino, ma almeno tutti nella stessa direzione, che è: Bassa tecnologia, software e firmware solo dove realmente necessari, tutto No profit e rigorosamente Open Source.

E soprattutto stare bene alla larga da industria, commercio e pubblicità.






Riprendo un mio post di 2 anni fà..da un pò non frequento il sito..troppi Flussi contrari..
Vorrei rispondere a Theremino, forse sono stato frainteso. Il mio post riguardava come gli appassionati di elettronica sono cambiati, non credo che la strada giusta sia tornare al saldatore e stagno. Arduino è stata una rivoluzione perchè ha saputo intercettare le esigenze di appassinati che volevano un prodotto semplice da programmare , economico e di funzionamento immediato. E per economicon non intendo i 20 eur dell'originale, ma i 5..6 dei cinesi. Prima c'erano i PIC con le necessità del programmatore (chi non ha costruito un ludipippo seriale che..non andava?) e le stranezze di un assembler da 35 dannate istruzioni. Poi i primi C e qualche basic..ognuno con pregi e difetti.. Io non credo che la voglia di conoscere e di costruire dei giovani sia cambiata, è semplicemente diversa, un approccio diverso con strumenti diversi.Perchè LORO sono diversi, hanno un bagaglio di conoscenze diverso che li spinge ad un approccio diverso.. L'industria in realtà ha fatto un gran bene agli appassionati: dieci anni fà trovare moduli gps, bluetooth o gprs per qualche euro era una utopia..ora ci sono e si gioca con quelli..
nautiluso




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
25.05.2017, alle ore 10:14
Vorrei raccontare un aneddoto. Da questo ho capito di essere vecchio. Tempo fà per un progettino ho lavorato con un 19enne scuola programmatori. Si trattava dell'utilizzo di una shield SIM900 con Arduino per mandare sms..Arrivata la shield il mio approccio è stato:
- cercare la documentazione esatta tra le mille relase della shield per i ponticelli..
- stampare il datasheet del SIM900 e differenze con l'800..808 ecc
- stampare e studiare gli esempi di libreria inclusi e consigliati e librerie di terze parti.

Tra l'altro questa scheda all'accensione assorbe molta corrente, e rischia di bloccare l'arduino, qundi anche problematiche sull'alimentazione..

In un paio d'ore non avevo ancora acceso la shield...

Approccio del giovane: presa shield..messa su Arduino..scaricato millelila librerie, scritto su tre/quattroforum..scopiazzato setting di ponticelli improbalili, inviato mail al fornitore per presunti malfunzionamenti..alla fine..escono gli sms..

Capisco ch eper me è poco ortodosso..ma questo è il SUO metodo, come quello di tanti della sua età...è così e bisogna accettarlo..
still



[pagine pubblicate]

postato il:
25.05.2017, alle ore 12:40
nautiluso:
Vorrei raccontare un aneddoto. Da questo ho capito di essere vecchio. Tempo fà per un progettino ho lavorato con un 19enne scuola programmatori. Si trattava dell\'utilizzo di una shield SIM900 con Arduino per mandare sms..Arrivata la shield il mio approccio è stato:
- cercare la documentazione esatta tra le mille relase della shield per i ponticelli..
- stampare il datasheet del SIM900 e differenze con l\'800..808 ecc
- stampare e studiare gli esempi di libreria inclusi e consigliati e librerie di terze parti.

Tra l\'altro questa scheda all\'accensione assorbe molta corrente, e rischia di bloccare l\'arduino, qundi anche problematiche sull\'alimentazione..

In un paio d\'ore non avevo ancora acceso la shield...

Approccio del giovane: presa shield..messa su Arduino..scaricato millelila librerie, scritto su tre/quattroforum..scopiazzato setting di ponticelli improbalili, inviato mail al fornitore per presunti malfunzionamenti..alla fine..escono gli sms..

Capisco ch eper me è poco ortodosso..ma questo è il SUO metodo, come quello di tanti della sua età...è così e bisogna accettarlo..


Puoi sempre riconvertirti a montare quadri elettrici per cancelli... magari a Milano, come li fanno li da nessuna altra parte




Nulla da dichiarare
nautiluso




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
25.05.2017, alle ore 13:32
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
25.05.2017, alle ore 21:39
schottky:
@theremino: Non te la prendere. per facilitarti in questo senso ti specifico che non sono ostile alla casa di Redmod, anzi presso il forum passo per un fan sfegatato (e non è vero neanche questo), ma Theremino, che apprezzo moltissimo per alcune soluzioni che consente in casi specifici, non mi pare realizzi quello che di ci tu, come approccio generalizzato rischia di diventare un modo per infilare windows in cose che prima si facevano con quattro componenti messi in croce, esattamente l'inverso.

Non temere non mi offendo, anzi interessante discussione, grazie.

Non mi riferivo a cose che si fanno con quattro componenti in croce, per quelle i quattro componenti vanno benissimo. Mi riferivo a sogni e progetti di una certa entità, ad esempio un musicista che vuole farsi uno strumento particolare, o un astronomo che ha una idea e vuole realizzarla, o un chimico che vuole termostatare un suo esperimento. Senza le mie proposte ci rinuncerebbero e ripiegherebbero su facebook.

Quello che propongo è una strada che riporta l'individuo a essere artefice dei suoi esperimenti. Non importa se ci vuole Windows per permettergli questo. L'importante è ridargli la possibilità di gestire lui stesso l'in out verso il mondo fisico e uscire dalla prigione digitale.

Magari tu dirai c'è Arduino, ma non è cosi.

Se non sei un programmatore con Arduino puoi fare solo quello che altri hanno già fatto e ti hanno preparato da scaricare.




Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
FrancoGual



[pagine pubblicate]

postato il:
25.05.2017, alle ore 22:05
Io ero un sostenitore dei PIC, non che ora non mi piacciano, ma Arduino con i suoi accessori a costo basso ha superato i microcontrollori , questo Theremino, che chissà perchè ha il nome somigliante, così come il sistema, una base e tanti accessori, Arduino è nato così
Come una piattaforma sviluppabile per tanti usi, questo alla fine farà la stessa cosa, il tempo di diffondersi e diventerà interessante per farci i soldi.
Qualche costruttore cinese farà l'harware, il software alla fine è libero come un Arduino, che cambia?
Che per scrivere due righe di codice ci pensa il programma?
Non è aiutare a capire, anzi è il contrario, il gundam è dietro l'angolo.
La mia opinione.



Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.
Si vis pacem, para bellum!!!
Mark Zuckerberg ha reso suoi schiavi milioni di persone senza che se ne rendessero conto. F.G.
<Avete vinto voi,ma almeno non riuscirete a considerarmi vostro complice> Da Mediterraneo.
Inferno,Canto III,verso 51 Virgilio dice.........
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale