home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


Problema con Idropulitrice
     
Autore Messaggio opzioni
caccamo2





postato il:
29.06.2020, alle ore 17:02
rcc.roberto:
Non ho voglia di rileggere tutto

non preoccuparti rileggo io per te.
rcc.roberto:
Io ho sempre pensato che si trattasse di un condensatore per la terza fase del motore, e perciò avviamento e marcia.

questo quanto hai scritto
rcc.roberto:
se aiuta l'avviamento il motore poi gira, segno evidente che il condensatore non fa il suo lavoro.

se il compito del condensatore rotto fosse la marcia, non girerebbe anche dopo avviamento manuale.
Ah, comunque non esistono condensatori di avviamento E marcia, puo' essere di avviamento O di marcia. Inoltre gia' che ci siamo ricorderei che non bisogna confondere i condensatori utilizzati coi motori monofase con quelli nei motori trifase che non credo proprio c'entrino in questo caso.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
FrancoGual



[pagine pubblicate]

postato il:
29.06.2020, alle ore 17:19
A parte che nei motori trifase i condensatori NON ESISTONO, a meno di rifasamenti, ma sono posti altrove.
Un condensatore degradato ovvero secco ha capacità ridotta, quindi fluisce meno corrente, insufficiente allo spunto ma a volte basta per farlo girare, male ma gira, senza erogare all'asse la potenza di targa.
Bestemmiare su un motore elettrico monofase.... se hai bisogno di uno schema, allora chi è messo male NON sono io.
Poi non significa imprecare all'Immenso. è anche imprecare alla chiave che non entra in morsettiera, al cacciavite piccolo o grosso rispetto al lavoro.... ma sono cose che uno che non ci mette le mani, se non per PASSATEMPO e non per LAVORO, con annessi e connessi tempi ristretti e necessità di ripartenze, NON può capire, ne oggi ne fra lustri.



Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.
Si vis pacem, para bellum!!!
Mark Zuckerberg ha reso suoi schiavi milioni di persone senza che se ne rendessero conto. F.G.
<Avete vinto voi,ma almeno non riuscirete a considerarmi vostro complice> Da Mediterraneo.
Inferno,Canto III,verso 51 Virgilio dice.........
rcc.roberto



[pagine pubblicate]

postato il:
29.06.2020, alle ore 17:42
La famosa asciugatrice di cui ho parlato tempo addietro, ha due condensatori, in parallelo al momento dell'avviamento, uno solo durante la marcia.
Uno dei due cavi del 230V su un capo del condensatore per un senso di marcia, sull'altro capo per senso inverso.
L'altro del 230 è fisso.
Sullo schema ha gli avvolgimenti a triangolo.
Se non è un motore trifase cosa è?

caccamo2





postato il:
29.06.2020, alle ore 17:47
FrancoGual:
A parte che nei motori trifase i condensatori NON ESISTONO, a meno di rifasamenti, ma sono posti altrove.

I motori trifase si alimentano in monofase utilizzando un condensatore per creare la terza fase. Il rifasamento non c'entra assolutamente nulla.
FrancoGual:
Un condensatore degradato ovvero secco ha capacità ridotta

i condensatori utilizzati in corrente alternata sono non polarizzati quindi secchi all'uscita della fabbrica perche' sono a film plastico, non c'e' nessun elettrolita che possa degradare.
FrancoGual:
Bestemmiare su un motore elettrico monofase.... se hai bisogno di uno schema, allora chi è messo male NON sono io.

esistono decine di tipi di motore diversi e serve uno schema per capirne il funzionamento, se non studi finisci per fare ipotesi campate per arie come quelle che ti ho quotato poche righe sopra.
FrancoGual:
ma sono cose che uno che non ci mette le mani, se non per PASSATEMPO e non per LAVORO, con annessi e connessi tempi ristretti e necessità di ripartenze, NON può capire, ne oggi ne fra lustri.

Esiste anche chi ci mette le mani per lavoro ed avendo le capacita' e la passione studia sui libri oltre che limitarsi a spelare fili e fare entrare la chiave inglese nella morsettiera. Ma non e' sicuramente il tuo caso.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
FrancoGual



[pagine pubblicate]

postato il:
29.06.2020, alle ore 17:53
Simbolicamente a triangolo, ma rispetto alla gabbia di scoiattolo devono essere a 90* per far girare il motore decentemente con un solo condensatore , Per me motore trifase va collegato alla linea trifase, concatenata a 400 Vac 3 linee sfasate di 120*.
Anche i brushless sono assimilabili a trifase, se hanno gli avvolgimenti a 120*, se li mettono a 90 per me è comunque monofase asincrono.
A schema appaiono simili.
L'avviamento agisce da motore fermo fino a regime aiutando lo spunto, poi il motore viaggia per inerzia sulla fase disalimentata, l'avvolgimento è fisicamente addosso a quello di marcia, aumentando il campo magnetico il motore spunta bene.
Non so se rendo l'idea, confusa ma per me è abbastanza chiara.
Anche far girare il motore trifase in casa è possibile, gira e lavora, ma perde ovviamente.



Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.
Si vis pacem, para bellum!!!
Mark Zuckerberg ha reso suoi schiavi milioni di persone senza che se ne rendessero conto. F.G.
<Avete vinto voi,ma almeno non riuscirete a considerarmi vostro complice> Da Mediterraneo.
Inferno,Canto III,verso 51 Virgilio dice.........
gironico




una ogni 100 livelli


postato il:
29.06.2020, alle ore 17:54
io del motore non ho supposto nulla, dato che l'utente non ha fornito alcuna informazione non possiamo sapere se si tratti di un condensatore di avviamento, di marcia o altro. Sono gli altri che hanno supposto che il condensatore fosse di avviamento basandosi sull'indizio che aiutando il motore all'avviamento poi gira.


il mio intervento non è per dire chi ha ragione oppure no, è una discussione dove si prova tra tutti, da remoto, cercar di far ripartire questa idropulitrice.

L'utente scrive nel primo post:

Il rumore persiste, sembra che il motore cerchi di girare ma non ci riesca, se con attenzione con la mano aiuto la ventola a girare, allora il motore gira,
se spengo e riaccendo, il motore, e' alimentato, ma non parte, ha sempre bisogno di uno spunto con la mano sulla ventola e allora parte.
Mi sembra che il motore di scaldi molto.


Dato che nel 99% dei casi in questi apparecchi, il condensatore si dice volgarmente che fà da avvio e da marcia, ma in realtà non fà nessun dei 2 casi. Il suo compito, correggetemi se sbaglio, è di sfasare la fase...

in questo modo si crea la possibilità tra rotore e statore due campi magnetici leggermente opposti che permettano la rotazione, quando l'inerzia non riesce a superare il punto critico.

Detto ciò è indispensabile il condensatore anche dopo l'avviamento, perchè sotto carico viene frenato.

In alcune applicazioni, dove bisogna andare a valutare eventuali motoriduzione tra motore e carico.....magari dopo partito non c'è problema, lo puoi anche smontare.... per esempio una betomiera per impastare il cemento.

In questo caso, oltre ad essere molto motoridotta, il carico di cemento, una volta spinto in alto cade verso il basso.... il più per la betomiera è partire se è carica, poi gliela fà...

Mi sembra che il motore di scaldi molto.


Qui un dubbio sull'utente mi viene dato che non ha molto esperienza con i motori a quanto sembra, d'altra parte non si nasce imparati.....

Non vorrei, che ha rimosso la calotta posta sulla ventola per dargli la spintarella e poi non l'ha rimontata.

Questa calotta, non fà solo da protezione meccanica per evitare di infilare il ditino nella ventola che gira, ma convoglia anche l'aria sulle alette di dissipamento della carcassa del motore. Aiuta molto il raffreddamento, è errore che ho visto fare a molti e dicono: Cazzarola, è ripartito ma scalda tanto.... e io gli dico di rimontare la calotta.... Tipico dell'idraulico con l'autoclave...

Se scalda anche con la calotta, allora si và ad indagare sulla pompa.

Consiglio all'utente, di testare il primo avvio senza la lancia, dato che è stata molto ferma la macchina, è la prima cosa che il calcare ostruisce, dato che i buchi in uscita sono i più piccoli di tutto il circuito idraulico....

Concordate con il ragionamento?



La vita è troppo breve per bere vini mediocri
FrancoGual



[pagine pubblicate]

postato il:
29.06.2020, alle ore 17:56
xxxxxxxxxxxx
I condensatori hanno all'interno del liquido, anche per dissipare il calore verso l'esterno.... chissà perchè quelli rotti cacciano liquido....
TU non ne hai MAI visto UNO in funzione, MAI, questo è un dato certo. Inconfutabile.
Poliestere..... hahahahahaha



Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.
Si vis pacem, para bellum!!!
Mark Zuckerberg ha reso suoi schiavi milioni di persone senza che se ne rendessero conto. F.G.
<Avete vinto voi,ma almeno non riuscirete a considerarmi vostro complice> Da Mediterraneo.
Inferno,Canto III,verso 51 Virgilio dice.........
caccamo2





postato il:
29.06.2020, alle ore 17:57
rcc.roberto:
La famosa asciugatrice di cui ho parlato tempo addietro, ha due condensatori, in parallelo al momento dell'avviamento, uno solo durante la marcia.
Uno dei due cavi del 230V su un capo del condensatore per un senso di marcia, sull'altro capo per senso inverso.
L'altro del 230 è fisso.
Sullo schema ha gli avvolgimenti a triangolo.
Se non è un motore trifase cosa è?

Allora, potrei anche sbagliarmi ma non mi pare che qui si stia parlando della tua asciugatrice, se non erro si tratta di un'idropulitrice di cui non abbiamo informazioni sul motore se non per la presenza di un condensatore.

Detto questo se vuoi tentare di capire di che motore si tratti nel tuo caso ti suggerisco di disegnare uno schema perche' dalla tua descrizione non sono chiari i collegamenti.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
gironico




una ogni 100 livelli


postato il:
29.06.2020, alle ore 18:06
i condensatori utilizzati in corrente alternata sono non polarizzati quindi secchi all'uscita della fabbrica perche' sono a film plastico, non c'e' nessun elettrolita che possa degradare.


Ti posso giurare, per esperienza personale, di aver trovato più di una volta in autoclavi, condensatori usarati con neanche la metà della capacità di targa, e se il mio attrezzino peak della atlas non piscia di fuori dal vaso, risultava anche una ESR > 10 ohm... Il comportamento della pompa era che su 10 volta 3 non partiva...



La vita è troppo breve per bere vini mediocri
caccamo2





postato il:
29.06.2020, alle ore 18:06
FrancoGual:
I condensatori hanno all'interno del liquido, anche per dissipare il calore verso l'esterno....

Anche per dissipare? Si certo come no, e sentiamo, quale sarebbe l'altro compito? Ubriacarsi per non sentire le tue stupidaggini?
L'unico liquido che puoi trovare in un condensatore per alternata e' olio nel caso degli obsoleti condensatori a carta, e questi quando perdono liquido vanno in corto, non perdono di capacita'.
FrancoGual:
TU non ne hai MAI visto UNO in funzione, MAI, questo è un dato certo. Inconfutabile.

Su dai smettila di arrampicarti sui vetri, lo vedono tutti che insulti perche' sei insicuro, non ci fai una bella figura.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale