home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: chiacchiere
Suggerimenti, opinioni, segnalazione siti e discussioni a tema libero. (evitate post sul sistema dei livelli, per eventuali richieste e suggerimenti usate l'apposita scheda contatti)


Correttezza
     
Autore Messaggio opzioni
schottky





postato il:
26.05.2017, alle ore 07:15
Mi sa che non mi sono spiegato a sufficienza, vedrò di essere più chiaro:
theremino:

Non mi riferivo a cose che si fanno con quattro componenti in croce, per quelle i quattro componenti vanno benissimo. Mi riferivo a sogni e progetti di una certa entità, ad esempio un musicista che vuole farsi uno strumento particolare, o un astronomo che ha una idea e vuole realizzarla, o un chimico che vuole termostatare un suo esperimento. Senza le mie proposte ci rinuncerebbero e ripiegherebbero su facebook.



Tra i quattro componenti a croce io intendevo magari anche un STM32 che costa pochi euro potente quasi quanto l'oggetto che sta dentro al tuo tablet W10 e con tutta la potenza dedicata alla tua applicazione invece che sprecarla a far girare le "finestre"

theremino:


Magari tu dirai c'è Arduino, ma non è cosi.

Se non sei un programmatore con Arduino puoi fare solo quello che altri hanno già fatto e ti hanno preparato da scaricare.



Che poi se non sei un programmatore i programmi per il PC chi te li scrive: babbo natale? Secondo la mia esperienza è estremamente più facile scrivere una applicazione in C per un micro che fare la stessa cosa in un ambiente come Visual studio o roba del genere. Per cui sta sempre lì: o sai programmare o scarichi le cosa fatte da altri sia che girino su un target embedded o su un PC

Il difetto principale del tua approccio è però che ha una validità ESCLUSIVAMENTE SPERIMENTALE, se io voglio fare diverse applicazioni PERMANENTI cioè che funzionano in continuo NON E' PENSABILE farle funzionare con un PC (mini o maxi che sia) permanentemente attaccato per motivi di costi, di efficienza, di velocità di risposta (immagina se dovessi affidare il controllo dell'ABS della tua vettura ad un S.O. non Real Time) di consumo energetico e di stabilità (visto che tutti sappiamo che windows non è in grado di funzionare a permanenza senza essere riavviato)
In ogni caso l'approccio theremino è interessante per fare alcune cose, ma NON E' certamente una soluzione per lo sviluppo di sistemi embedded, anzi ha una logica del tutto opposta a quella del sistema embedded, per cui va bene per fare quelle specifiche cose ma è anacronistico in un mondo in cui si parla di Internet of Things





Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
26.05.2017, alle ore 08:37
schottky:
Tra i quattro componenti a croce io intendevo magari anche un STM32 che costa pochi euro potente quasi quanto l\'oggetto che sta dentro al tuo tablet W10 e con tutta la potenza dedicata alla tua applicazione invece che sprecarla a far girare le \"finestre\"


Hai assolutamente ragione: theremino non e\' una soluzione per l\'embedded e non vuole esserlo.

Chi sa programmare un STM32 o anche ad esempio un PIC, e vuole fare sistemi embedded non c\'entra niente con il sistema theremino e con quello che ho scritto.

Mi rivolgevo a quel 90% e più di abitanti della terra che sono falegnami, artisti, chimici, astronomi etc... i quali non sanno programmare un STM32 e si rendono anche conto che improvvisarsi firmwaristi e scopiazzare cose già fatte non è quello che vogliono.

Queste persone vogliono spesso implementare le loro idee e sono idee semplici. Spesso si tratta solo di un termostato o di qualche piccolo apparecchio di controllo che gli servirebbe nella loro arte o professione.

schottky:
... se non sei un programmatore i programmi per il PC chi te li scrive: babbo natale? ...

I semplici sistemi di controllo che servono nel 90% dei casi sono tutti implementabili semplicemente configurando le oltre 50 applicazioni modulari che abbiamo già scritto.

Queste applicazioni comunicano tra di loro e sono componibili come blocchetti del Lego. Una si occupa del video, una dell\'audio una dell\'analisi di fourer, una dei sensori, una di muovere motori, una di termostatare temperature...


schottky:
... (visto che tutti sappiamo che windows non è in grado di funzionare a permanenza senza essere riavviato) ...

Questo non è vero, un esempio per tutti che conosco bene: Nella ditta cinese del nostro collaboratore Leo ci sono già una dozzina di macchine che lavorano in produzione 24 ore al giorno, ciascuna controllata da Windows 10 su un Tablet quad core e con sei moduli theremino Master e un modulo theremno Adc24 e non si fermano mai.

Se non lo credi te lo farò scrivere dai cinesi. E non si tratta di una \"ditterella\" in cantina. E\' una ditta da 5000 dipendenti e le macchine con Windows 10 stanno automatizzando da sei mesi la linea di produzione dei filtri a microonde.

Qui puoi vedere un breve video di una delle prime versioni di queste macchine
http://www.theremino.com/uploads/Shenzen3.mp4

E qui una immagine di Leo con le versioni più recenti di queste macchine:
http://www.theremino.com/uploads/Dispensers1.jpg

Stanno producendo da oltre sei mesi, 24 ore su 24, con pochissimi fermi macchina. I difetti maggiori sono stati i relè meccanici che a forza di commutare si rompevano (ora sostituiti con opto rele CMOS).

Naturalmente di fare sistemi embedded (ad esempio gli ABS per le auto) non se ne parla proprio ma per applicazioni di automazione Windows 10 è ottimo. Puoi controllarlo da lontano con TeamViewer, puoi mandare mails, usare pannelli touch screen, gestire WebCams, segnalare con messaggi vocali... cose che con un embedded richiederebbero molto più lavoro.


schottky:
... l\'approccio theremino è interessante per fare alcune cose, ma NON E\' certamente una soluzione per lo sviluppo di sistemi embedded, anzi ha una logica del tutto opposta a quella del sistema embedded, per cui va bene per fare quelle specifiche cose ma è anacronistico in un mondo in cui si parla di Internet of Things ...

In questi ultimi mesi stiamo preparando anche il settore IOT, naturalmente in chiave thereminica, cioè sempre per quel 90% di persone che vogliono che i computer si avvicinino a loro e non il contrario.

Credo che siamo tutti d\'accordo che non ci si può improvvisare programmatori. Per programmare bene ci vogliono almeno dieci anni di esperienza. Bisogna acquisire una forma mentale e tecniche complesse, digerire la programmazione a eventi, i thread e le sezioni critiche. E anche imparare a costruire interfacce utente semplici e comprensibili, altrimenti si scrivono solo applicazioni inefficienti e piene di bachi.

Quindi non tutti devono per forza dedicare la vita alla programmazione e il sistema theremino è pensato per queste persone (90% degli umani).



Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
26.05.2017, alle ore 08:40
Mi scuso per gli errori di formattazione delle citazioni.

Contatterò un amministratore per aggiungere i TAG di chiusura.
formattazione corretta
Amilcare



Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
schottky





postato il:
26.05.2017, alle ore 10:19
Il mio mestiere è (o meglio il mio mestiere originale era) l'automazione (ma mi tengo ancora molto aggiornato) e se nomino windows (10 o qualche altro numero è indifferente) a operatori seri di quel settore si mettono a ridere. Qualsiasi sistema operativo non Real Time è assolutamente bandito da applicazioni a contatto con le macchine, magari si può usare per implementare qualche HMI per sistemi SCADA ma al livello basso ci sono sistemi RT e a livello più basso ancora sistemi operativi non ce ne sono proprio. Un settore di cui mi sono occupato parecchio è quello della visione artificiale e in quel settore si cerca di portare il più possibile"nella" camera su cui girano RTOS, anzi giravano perchè le applicazioni più recenti e importanti stanno portando tutta l'elaborazione in hardware usando soluzioni tipo FPGA. Non so che applicazioni facciano sti cinesi con W10 ma saranno sicuramente mooooolto poco critiche.

Iot con il PC attaccato? ma non facciamo ridere!

Non hai risposto alla domanda: "chi glielo scrive il software per Windows a quelli che non sanno programmare?"

Come ti ho detto prima Theremino è interessante, molto interessante, ma se continui a propaga darlo come la soluzione dell'elettronica moderna ishi il ridilo.



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
schottky





postato il:
26.05.2017, alle ore 10:22
schottky:


Non hai risposto alla domanda: "chi glielo scrive il software per Windows a quelli che non sanno programmare?"



Qua mi devo correggere hai risposto in modo equivalente a:
Se non sei un programmatore con Arduino puoi fare solo quello che altri hanno già fatto e ti hanno preparato da scaricare.




Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
schottky





postato il:
26.05.2017, alle ore 10:36
Ah dimenticavo un termostato si fa benissimo senza Arduino e anche senza Theremino (col suo PC attaccato) si fa anche senza nessun processore, bastano i famosi quattro componenti di cui sopra analogici o digitali che siano (la famosa elettronica di una volta)


Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
26.05.2017, alle ore 10:37
schottky:
..Non hai risposto alla domanda: "chi glielo scrive il software per Windows a quelli che non sanno programmare?"

Ho risposto ma era poco visibile in mezzo al resto, quindi lo copio qui:

I semplici sistemi di controllo che servono nel 90% dei casi sono tutti implementabili semplicemente configurando le oltre 50 applicazioni modulari che abbiamo già scritto.

Queste applicazioni comunicano tra di loro e sono componibili come blocchetti del Lego. Una si occupa del video, una dell'audio una dell'analisi di spettro, una dei sensori, una di muovere motori, una di termostatare temperature...



Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
26.05.2017, alle ore 10:43
schottky:
...Il mio mestiere è (o meglio il mio mestiere originale era) l'automazione (ma mi tengo ancora molto aggiornato) e se nomino windows (10 o qualche altro numero è indifferente) a operatori seri di quel settore si mettono a ridere....

Il mondo cambia... una volta si facevano le paghe degli operai con un calcolatore IBM a schede perforate e si stampavano i risultati su un lungo foglio di carta continua. Se avessi detto che si possono fare le stesse cose con un PC non solo avrebbero riso ma mi avrebbero preso per matto.




Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
schottky





postato il:
26.05.2017, alle ore 11:00
theremino:
schottky:
...Il mio mestiere è (o meglio il mio mestiere originale era) l'automazione (ma mi tengo ancora molto aggiornato) e se nomino windows (10 o qualche altro numero è indifferente) a operatori seri di quel settore si mettono a ridere....

Il mondo cambia... una volta si facevano le paghe degli operai con un calcolatore IBM a schede perforate e si stampavano i risultati su un lungo foglio di carta continua. Se avessi detto che si possono fare le stesse cose con un PC non solo avrebbero riso ma mi avrebbero preso per matto.



Appunto: e adesso si fanno le macchine intelligenti con "l'intelligenza" diffusa su Componenti hardware programmabili



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
theremino




una ogni 10 livelli


postato il:
26.05.2017, alle ore 11:30
schottky:
...adesso si fanno le macchine intelligenti con "l'intelligenza" diffusa su Componenti hardware programmabili...

Si ma quelle cose le possono fare solo i professionisti e te le fanno cadere dall'alto e strapagare.

Noi non siamo professionisti ma appassionati e makers. E lavoriamo per altri makers, i quali vogliono fare i propri giocattoli da soli. E li vogliono fare nel modo più semplice possibile. Senza prima dover passare dieci anni (almeno) per imparare a programmare.




Ricongiungere il mondo digitale con il mondo reale e concreto.
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale