home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


Stampa 3D, CNC amatoriale ,consigli ed esperienze personali
     
Autore Messaggio opzioni
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 15:37
CONTROLLER VECCHIO
Le varie cnc 3018 NON PRO telaio vecchio che ho visto su ebay per quello che si capisce montano un controller WOODPECKER GRBL 0.9 (pcb di colore verde). non hanno la scheda aux per il controllo locale senza pc

CONTROLLER NUOVO
La CNC 3018NON PRO telaio vecchio che è al momento la scelta favorita monta un controller Cronos v 2.0 su pcb nera (spindle,x,y1,y2,z,laser head + vari connettori non leggibili(penso fine corsa e probe) +off line. Ha la scheda aux per il controllo locale senza pc

altri
SUlle PRO telaio nuovo vedo dei controller neri CAMXTOOL V3, nei quali sono presenti con evidenza i contatti per i fine corsa e per il probe. In qualche caso il controller è in un piccolo box trasparente con ventola

A cosa serve il secondo motore Y?
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 16:08
Espongo qualche esperienza con la mia 3018 vecchio tipo e NON PRO, pagata due anni fa 200 euro (spedizione compresa) + 50 di dogana.

Come detto da altri i morsetti di blocco complicano un po' il montaggio ma facilitano la registrazione delle bar. Inoltre con i profilati scanalati e' semplice montare con i dadi a T gli interruttori di fine corsa, questi non sono indispensabili se non si fa l'homing ma sono utilissimi per non andare fuori corsa. Quelli bravi non ne hanno bisogno, per me sono fondamentali.
La 3018PRO ha invece il telaio con le posizioni bloccate per le barre, se la tollereranza di produzione e' decente non ci dovrebberro essere problemi di parallelismo. In entrambe le le barre a filetto trapezoidale e le chiocciole a molla (attrito radente) fanno quelle che possono, serve un po' di lubrificante Singer(vaselina tecnica o alimentare). L'ideale sarebbe usare barre e chiocciole a ricircolo di sfere (attrito volvente) ma questo passa il convento.

Non ci sono problemi con la scheda di controllo (se con o senza la SD ed i pulsanti di joy). Il sw grbl 0.9 oppure 1.1 si ricompila con la ide di arduino se serve cambiare alcuni particolari parametri. Per cambiare la scheda basta sfilare i connettori dei motori step. Volendo si puo' usare una normale scheda arduino (anche home made) ed uno shield motori per meno di 10 euro: occhio ai pin 11 e 12 che possono essere invertiti.
Lavorare offline con una SD senza pc puo' essere comodo ma serve sempre essere presenti se qualcosa va storto cosa che a me capita spesso. E' indispensabile (almeno per me) collegare un grosso pulsante di PANIC/ABORT (pin A0) mentre sono utili i pulsanti HOLD (A1) e RESUME (A2).

Il laser blu/viola da 500 mW e 405 nm incide come un pirografo a punta sottilissima il legno, il cuoio, il cartoncino e l'acrilico, NON USATE IL PVC che produce diossina quando fonde! Per il plexiglass serve mettere un pezzo di cartoncino nero SOTTO (si incide la parte inferiore) o un pezzo di nastro adesivo scuro SOPRA (si incide la parte superiore). 500 mW non sono pochi, col laser blu/viola servono occhiali verdi. Sopra i 500 mW sono indispensabili per evitare anche i possibili riflessi.

Col laser serve un adatto programma che invii i comandi gcode per modulare il PWM (il PWM del grbl e' a circa 8 KHz) e quindi la potenza efficace del laser: <M3 S0> laser spento e <M3 S1000> laser con duty cucle 100%. Il laser lavora sempre alla massima potenza ma viene tenuto acceso per un tempo inferiore, quindi occhio lo stesso. Serve trovare la giusta combinazione di velocita' di avanzamento, potenza del laser e numero di passate. Un delirio, poi ci si scrive la combinazione per quel particolare materiale.
In alternativa si usa inkscape (free e open source) per passare da immagine bitmap a vettore, poi a gcode ed infine col postprocessore si impostano i parametri S (potenza) ed F(velocita'). Serve tanta pazienza.

Di fresare metalli non se ne parla, il motore fornito e' poco piu' potente di quello di un dremel, si incide bene col bulino a 30 gradi (affilato come i denti di una murena) e per i circuiti stampati e' d'obbligo il tastatore (il grbl 0.9 lo gestisce) a meno di mettere in bolla col comparatore centesimale la tavola di lavoro ogni volta prima di iniziare. Un accorgimento col motore: all'avvio di grbl il paramentro Speed e' S=0 quindi serve un comando M3 S1000 per avviare il motore alla massima velocita'.

Ho usato la 3018 soprattutto per posizionamenti micrometrici (1/20 mm) di sensori, per plotting (lento) di funzioni matematiche e data recording su carta, meno per incidere. Come detto da altri, l'uso intensivo per incidere circuiti stampati ha una logica se si fanno piu' copie dello stesso stampato, almeno 5-6 pezzi.

In questi giorni sto mettendo a punto un controllore gcode stand alone USB/MASTER da collegare al grbl (USB/SLAVE con CH340). Ho comperato per pochi euro dei pic preprogrammati col driver usb/host seriale multichip e vanno alla grande. Come test penso ad un manipolatore computerizzato che lavorando su 3+1 assi sposti (poche) pedine su una scacchiera.

In conclusione a mio avviso un pantografo incisore/laser CNC sotto i 6-700 euri va bene solo per lavori amatoriali a meno di avere una lunga esperienza manuale di modellismo: perseveranza, precisione, pazienza e passione. Se invece si vuole farcisi le ossa e studiarci sopra, i miei 250 euro sono stati spesi piu' che bene!







"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 16:30
double_wrap:
Espongo qualche esperienza con la mia 3018 vecchio tipo e NON PRO, ....


Grazie, non ho capito tutto, ma man mano che conoscerò meglio i sistemi CNC rileggerò con maggiore consapevolezza.

Per i PCB una possibile alternativa alla quale ho pensato sarebbe quella di usare la cnc come plotter impiegando al posto del motore + madrino un pennarello indelebile resistente all' acido muriatico + ossigenata. Ho visto che gli Stabilo OHPen hanno una resistenza molto elevata, e combinando punte M + F +S si arriva a dettagli notevoli: a mano viene una cagata (si può dire?), li uso solo per ritocchi, ma con la CNC potrebbe venire un bel lavoro pulito e veloce.
Per la mia sequenza di incisione il rispamio di tempo sarebbe notevole, non richiedendo l' uso di pellicola (da applicare al buio, su superficie ben rifinita ecc.). I pennarelli di cui sopra hanno invece mediocre resistenza sia al percloruro che al persolfato (quelli nrmalmente usati), ma io da tempo uso solamente ' il mix di cui sopra. Era la miscela di incisione normalmente usata industrialmente negli anni '80, prima di essere abbandonata per motivi ambientali e di igiene industriale.

Hai provato o hai visto qualche cosa in merito all' uso di pennarelli su CNC per disegnare direttamente sul laminato?

Piccola osservazione, spero giusta: il PVC libera diossina solo se bruciato sopra il punto di pirolisi, diciamo sopra i 350-400°C e sotto i 900, in presenza di poco ossigeno. Non sono queste le condizioni raggiunte durante la fresatura o l' uso di pistola termica per saldare.
Sono invece condizioni tipiche dei frequenti falò fatti con i cavi rubati per recuperare il rame.
guzzj




una ogni 10 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 16:39
il secondo motore può servire su tutti gli assi, ad esempio le cnc larghe con la torre mobile normalmente usano 2 motori per l'asse x, nelle stampanti per l'asse z. scusa ma non è la cronos nera che ha tutte le uscite ben descritte?
grazie double_wrap per la recensione.
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 16:44
MB54:
[[CUT] Hai provato o hai visto qualche cosa in merito all' uso di pennarelli su CNC per disegnare direttamente sul laminato? [CUT]


qui fanno qualcosa del genere
https://hackaday.com/2016/08/31/the-evolution-of-a-diy-circu…


ps: pensi che un laser da 500 mW riesca a portare il pvc sui 400 gradi?
se il colore del pvc e' abbastanza scuro il materiale dovrebbe assorbire abbastanza energia.



"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 16:48
guzzj:
..scusa ma non è la cronos nera che ha tutte le uscite ben descritte?


SOno descritte le uscite principali, ma molte non hanno indicazioni leggibili o chiare. Esempio i pin gialli in basso (x+,x- ecc) non mi é chiaro se sono per gli spostamenti manuali (anche perchè esiste il connettore off line) o per i fine corse. Poi i connettori sotto il 12V laser.
Comunque non è detto che la CNC arrivi con esattamente quella scheda; vedrò al momento.

MB54




una ogni 100 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 16:58
double_wrap:


qui fanno qualcosa del genere
https://hackaday.com/2016/08/31/the-evolution-of-a-diy-circu…


grazie 1000000

double_wrap:

ps: pensi che un laser da 500 mW riesca a portare il pvc sui 400 gradi?
se il colore del pvc e' abbastanza scuro il materiale dovrebbe assorbire abbastanza energia.


Non ne ho la minima idea, mai usato laser e mai visto in funzione o visto i risultati del taglio. Le plastiche se scaldate troppo dovrebbero però crackizzare, producendo fumi, oli pesanti infiammabili, residui carboniosi, forti odori.

Uso spesso una muffola a circa 1000°: quando la temperatura arriva attorno ai 350-400° all' interno si scatena l' inferno; al salire della temperatura tutto si acquieta, poichè quello che doveva bruciare-pirolizzare ormai lo ha fatto. Naturalmente aspiro i fumi in uscita dalla stufa.

domanda. Mentre cercavo la cnc ho visto laser da 5W (penso watt cinesi): per cosa si usano?
guzzj




una ogni 10 livelli


postato il:
07.03.2020, alle ore 17:18
[double_wrap] https://hackaday.com/2016/08/31/the-evolution-of-a-diy-circu… qui la citazione
bellissimo quel plotter home made, sopratutto i kg di colla a caldo e i metri di filo di nylon. adoro questo tipo costruzioni.
rcc.roberto



[pagine pubblicate]

postato il:
07.03.2020, alle ore 21:28
MB54- Cercando 'motore ER11' compaiono motori più grossi typ 48V 300-400W


Guarda che nel tuo primo link, c'è una delle foto sotto che fa vedere che monta il mandrino ER11
rcc.roberto



[pagine pubblicate]

postato il:
07.03.2020, alle ore 21:32
Se vuoi montare un pennarello, ricordati di fare un supporto molleggiato, altrimenti ti trovi piste più larghe e altre più sottili.
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2021 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale