home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


Riparazione saldatrice inverter
     
Autore Messaggio opzioni
rbacchi




una ogni 10 livelli


postato il:
07.04.2021, alle ore 20:23
Riparazione saldatrice inverter 

Ciao gente,
ho da tempo una saldatrice ad arco ad inverter (economica) Newton WM120. Qualche giorno fa, mentre saldavo, si è serenamente spenta. Nel manuale di istruzioni c'è lo schema elettrico ma è praticamente illeggibile, specialmente per quanto riguarda la parte di potenza. Comunque aprendola ho trovato tre IGBT sicuramente saltati (30N60FL della On Semiconductor) poiché tutti in corto, il quarto no ma potrebbe essere rotto in altro modo.

Comunque passo alla domanda: si trova lo schema elettrico leggibile (siglato XP 200) o almeno uno simile? Credo che il pilotaggio del trasformatore sia con un ponte ad H (altrimenti perché 4 IGBT).

Si accettano comunque strategie sulla riparazione, intanto aspetto dalla Cina gli IGBT (considerando che la saldatrice è costata, in offerta, 55€ non credo che sia il caso di spenderci troppo).

Grazie, rb



Se lo puoi fare fallo e non t'arrabbiare,
se non lo puoi fare, pazienza e non t'arrabbiare
sinalco





postato il:
07.04.2021, alle ore 21:23
per capire se la saldatrice ha l'inverter realizzato con un ponte ad H o a ponte intero devi vedere come è fatto lo stadio d'uscita. Se il trasformatore ha un secondario senza presa centrale è un mezzo ponte, se il secondario ha una presa centrale è un ponte intero.
Vista la corrente d'uscita, il fattore di servizio non è indicato, propendo per un mezzo ponte, diciamo una macchina a fattore di servizio limitato.
Occhio a comprare semiconduttori dalla Cina, spesso sono patacche.
Posta delle foto che forse si riesce a capire come procedere. In ogni caso ripararla è solo un discorso di soddisfazione non di economia.

Sinalco
rbacchi




una ogni 10 livelli


postato il:
07.04.2021, alle ore 22:57
Grazie per la risposta. Appena ho un momento provo a ricavarne lo schema. Comunque il trasformatore mi sembra ad avvolgimento unico (primario) e con presa centrale il secondario, per favorire i raddrizzatori. Francamente non ho controllato neanche se gli IGBT fossero due a due in parallelo. Escluderei anche il mezzo ponte visto che non ci sono elettrolitici tranne quelli di livellamento. Comunque cercherò di essere più preciso. Per ora grazie ancora


Se lo puoi fare fallo e non t'arrabbiare,
se non lo puoi fare, pazienza e non t'arrabbiare
sinalco





postato il:
07.04.2021, alle ore 22:59
la saldatrice non ha condensatori in uscita
Sinalco
ENRICO51





postato il:
08.04.2021, alle ore 11:44
Controlla se questo schema somiglia al tuo, anche se con qualche differenza. Tieni presente che la resistenza a filo sulla linea che alimenta i finali, salta sempre in caso di corto, come fosse un fusibile.
http://www.energialternativa.org/yabbfiles/Attachments/schem…



L'uomo ha diviso l'atomo ma non sa dividere il pane
sinalco





postato il:
08.04.2021, alle ore 13:46
senza offesa per chi ha fatto quel progetto di saldatrice ma, non mi sembra proprio da prendere come esempio.

Sinalco
rbacchi




una ogni 10 livelli


postato il:
08.04.2021, alle ore 20:56
Grazie per la partecipazione.
Ho studiato lo schema dal circuito stampato, e devo dire che mi aspettavo qualcosa di più complicato.
Lo descrivo perché ora non ho modo di disegnarlo:
La rete alimenta il ponte attraverso una resistenza (PTC?) da 100 Ogm che poi verrà cortocircuito da un relè. Dopo il ponte ci sono 5 elettrolitica da 180u 400v tutti in parallelo. C'è poi uno switching per generare le tensioni per il circuito di pilotaggio (+-15v). Sempre dal bus a 320v cc si attacca il ponte di igbt che alimenta il primario del toroidone che fa il lavoro duro. Però in serie al primario c'è anche un trasformatore piccolo che credo che sia il sensore di corrente visto che al secondario si collega un ponte. Ogni igbt, fra CE c'è uno snubber 470p/22ohm. Il gate ha un condensatore da 10n verso l'emettitore, poi attraverso una resistenza da 15ohm in parallelo con 5.3ohm+diodo per scaricare il gate. Comunque tutti questi 4 gate vengono pilotati da 4 secondari di un trasformatore di pilotaggio il cui primario è alimentato attraverso un altro ponte ad h fatto con mosfet.
Il circuito di pilotaggio non l'ho esaminato, sarebbe troppo lunga e complicato, ma non credo che abbia problemi.

Aspetto gli igbt cinesi per vedere se riuscirò a rimettere in riga il tutto. Speriamo bene.



Se lo puoi fare fallo e non t'arrabbiare,
se non lo puoi fare, pazienza e non t'arrabbiare
rbacchi




una ogni 10 livelli


postato il:
09.04.2021, alle ore 16:55
Ho buttato giù con Fidocad gli schemi descritti:
Alimentazione

vedi sorgente fidocadJ


Ponte H

vedi sorgente fidocadJ

aloa rb



Se lo puoi fare fallo e non t'arrabbiare,
se non lo puoi fare, pazienza e non t'arrabbiare
rbacchi




una ogni 10 livelli


postato il:
09.04.2021, alle ore 16:59
Non capisco perché non si vedano gli snubber (R e C in serie) ed i MOS N che volevano rappresentare gli IGBT


Se lo puoi fare fallo e non t'arrabbiare,
se non lo puoi fare, pazienza e non t'arrabbiare
sinalco





postato il:
09.04.2021, alle ore 18:01
Ho guardato gli schemi, è una configurazione molto standard.
La ptc in ingresso serve per la precarica, una volta finita il relè cortocircuita la ptc e l'inverter può attivarsi.
A mio parere c'è un errore nel circuito del TA che sente la corrente di primario. Il resistore da 20 ohm è in parallelo all'uscita del TA, ai capi di questo resistore si legge una tensione che è proporzionale alla corrente di primario.
Dovresti avere anche un induttore d'uscita.
Ti chiedo una cortesia, hai detto che il trasformatore d'uscita è avvolto su un nucleo toroidale, potresti fare una foto di questo trasformatore e postarla?
Grazie
Sinalco
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2021 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale