home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Pic Micro
Tutto quanto riguarda questi microprocessori... progetti, suggerimenti, aiuti, discussioni...ecc


Atmega328PB, qualcuno ha usato questo chip?
     
Autore Messaggio opzioni
diegobincoletto




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
29.06.2020, alle ore 20:29
Atmega328PB, qualcuno ha usato questo chip? 

recentemente ho fatto un'applicazione con Arduino e, realizzato il prototipo ho voluto fare alcune schede.
Realizzato lo stampato in SMD, ho acquistato i componenti.
Il 328P era temporaneamente non disponibile presso il mio fornitore e ho preso il 328PB.

Montato il circuito, ho scoperto che non funzionava.
Il prototipo su bradboard con il 328P DIP era OK, la versione su PCB con il 328PB non voleva saperne di andare.

Ho verificato con l'oscilloscopio l'oscillatore, morto!
Ho provato a cambiare il quarzo, ad abbassare la frequenza a cambiare tipo di condensatori, niente.

Alla fine ho bruciato 2 chip, scottavano.

A quel punto ho cominciato a cercare su internet se qualcuno ne sapeva niente.

Ho scoperto che Atmel ha fatto una cazzata megagalattica, anzi, più di una.

Il nuovo chip 328PB NON è compatibile con predecessore 328PB in vari modi.
1 - alcuni piedini del vecchio che erano collegamenti di alimentazione doppi sono utilizzati come I/O (questo deve essere il motivo per cui si è bruciato)-
2 - Il circuito oscillatore interno non è come quello precedente mancano delle modalità di funzionamento
3 - il circuito oscillatore è a basso consumo, molto più debole e critico di quello precedente e non tutti i quarzi funzionano in modo affidabile, indicano di usare moduli oscillatori o clock esterni.
3 - i sono nuovi fusibili da configurare

Alla fine ho dovuto cercare la vecchia versione 328P.



Scusate, passavo di qua\'...
L'unica rivoluzione possibile
è quella di migliorare se stessi.
caccamo2





postato il:
29.06.2020, alle ore 20:52
diegobincoletto:
Ho scoperto che Atmel ha fatto una cazzata megagalattica, anzi, più di una.

Uh, cazzata megagalattica...parole forti contro una multinazionale che paga milioni per controllare la qualita' della documentazione, vallo a scrivere sulla community microchip e vediamo cosa ti rispondono.
Non direi proprio, la cazzata l'hai fatta tu dando per scontato che un partnumber simile dovesse essere necessariamente compatibile elettricamente.
Sarebbe bastato leggere la documentazione del produttore, in questo caso c'e' una application note specifica, perfettamente accessibile sulla pagina di prodotto:
https://www.microchip.com/wwwproducts/en/ATmega328PB
tab documents, AN_42559 - AT15007: Differences between ATmega328/P and ATmega328PB
http://ww1.microchip.com/downloads/en/Appnotes/Atmel-42559-D…
Ancora una volta mi tocca ribadire l'importanza di informarsi con i mezzi corretti. Prima di cercare sui blog e chiedere alla gente vagando per internet alla ricerca della terra perduta, va letta la documentazione ufficiale.




More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
diegobincoletto




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
29.06.2020, alle ore 22:36
Non sarebbe stato meglio e più semplice chiamare il nuovo chip 329 o qualcosa di simile?

In 40 anni di servizio non ho mai visto una ditta di componenti fare una cosa simile.



Scusate, passavo di qua\'...
L'unica rivoluzione possibile
è quella di migliorare se stessi.
caccamo2





postato il:
29.06.2020, alle ore 23:09
diegobincoletto:
Non sarebbe stato meglio e più semplice chiamare il nuovo chip 329 o qualcosa di simile?

atmega 329 e' un altro prodotto gia' esistente, la fai semplice ma non e' cosi' facile quando devi gestire linee di prodotti molto numerose.
diegobincoletto:
In 40 anni di servizio non ho mai visto una ditta di componenti fare una cosa simile.

E' una cosa molto comune, si vede che non hai molta esperienza nel design di board e nella selezione dei componenti.
Quando un prodotto subisce un re-design o viene offerto in diverse soluzioni di package o bonding ma mantiene le stesse funzionalita' applicative, rimane il numero ma cambiano qualche lettera, e' la norma di qualsiasi produttore, da sempre.






More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
diegobincoletto




una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
30.06.2020, alle ore 06:14
caccamo2:
Quando un prodotto subisce un re-design o viene offerto in diverse soluzioni di package o bonding ma mantiene le stesse funzionalita' applicative, rimane il numero ma cambiano qualche lettera, e' la norma di qualsiasi produttore, da sempre.


Non sono d'accordo, anche se non lo credi, ho progettato qualche centinaio di prodotti negli anni.
Ho visto cambiamenti di tecnologie e packaging/bonding.
Non ho visto cose di questo tipo.

Capisco differenze di funzioni interne che si possono gestire con modifiche firmware, ma non incompatibilità hardware.

Non è possibile avere pin che prima erano collegati internamente a massa e alimentazione, improvvisamente diventare porte I/O, è contro natura.
Crei incompatibilità a livello si circuiti stampati.

Ti rendi conto cosa significa cambiare il circuito stampato di un prodotto in termini di test di affidabilita, certificazioni, collaudi, ecc.?

Probabilmente tu hai molta più esperienza di me!



Scusate, passavo di qua\'...
L'unica rivoluzione possibile
è quella di migliorare se stessi.
caccamo2





postato il:
30.06.2020, alle ore 11:04
diegobincoletto:
Non sono d'accordo, anche se non lo credi, ho progettato qualche centinaio di prodotti negli anni.
Ho visto cambiamenti di tecnologie e packaging/bonding.
Non ho visto cose di questo tipo.

ti ripeto che e' una cosa normalissima.
diegobincoletto:
Capisco differenze di funzioni interne che si possono gestire con modifiche firmware, ma non incompatibilità hardware.

le differenze in questo caso sono gestibili con modifiche firmware.
diegobincoletto:
Non è possibile avere pin che prima erano collegati internamente a massa e alimentazione, improvvisamente diventare porte I/O, è contro natura.
Crei incompatibilità a livello si circuiti stampati.

non vedo come due pin che prima erano di alimentazione e ora sono I/O possano creare un problema a livello di circuito stampato.
Hai due alimentazioni in meno e due I/O in piu', le due I/O in piu' semplicemente non le usi e le lasci in alta impedenza. Fine del problema.
diegobincoletto:
Ti rendi conto cosa significa cambiare il circuito stampato di un prodotto in termini di test di affidabilita, certificazioni, collaudi, ecc.?

non devi rifare il circuito stampato.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale