home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: chiacchiere
Suggerimenti, opinioni, segnalazione siti e discussioni a tema libero. (evitate post sul sistema dei livelli, per eventuali richieste e suggerimenti usate l'apposita scheda contatti)


Il contenimento senza tracciamento obbligatorio
     
Autore Messaggio opzioni
gironico




una ogni 100 livelli


postato il:
27.10.2020, alle ore 12:09
La riduzione della privacy, in pratica il rendere noti nomi, cognomi ed indirizzi dei contagiati, alimenterebbe una catena di reazioni incontrollate e devastanti. Una volta resi noti i contagiati, magari pure guariti, a costoro ed ai loro conviventi:
- le assicurazioni mediche alzerebbero i premi e non rinnoverebbero le polizze
- idem per le assicurazioni sulla vita
- i datori di lavoro non li assumerebbero mai
- le banche non concederebbero piu' mutui e prestiti
- i possessori di immobili non affitterebbero piu' locali
- ecc ecc
inoltre
- i lavoratori potrebbero chiedere il licenziamento dei colleghi contagiati minacciando cause civili ai datori di lavoro
- i cittadini potrebbero intentare cause civili a chi non ha rispettato gli isolamenti contagiando altre persone
- gli usurai avrebbero delle liste di potenziali clienti
- ecc ecc


Forse sono io che non capisco, ma sembra che se uno prende il covid è spacciato a vita se si sostiene ciò... Che un asintomatico pergiunta, si ritrovi a possibili effetti della violazione della privacy, mi pare eccessivo, per non dire fantascentifico

Bella invece è la seconda foto di questo articolo:
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/10/26/coronavi…

il cartello che dice :sono un lavoratore a nero #esistoancheio apre molteplici scenari, da capire se è obbligato (purtroppo) o se per scelta(che è peggio)... Quali siano i due casi , resta il fatto che non và bene...



La vita è troppo breve per bere vini mediocri
ax77





postato il:
27.10.2020, alle ore 12:45
double_wrap, hai evidenziato un problema enorme che e' uno dei tanti motivi per cui, secondo me, e' largamente preferibile, anche dal punto di vista economico, una quarantena al tenere aperto il piu' possibile.
Finche' non ci saranno vaccini e cure efficaci, ed e' questione di mesi, non e' possibile uscire da questa situazione.
Purtroppo c'e' chi e' convinto dell'onnipotenza del denaro, e non ha ancora capito -ne' capira' mai- che e' bastata una cosa minuscola per mettere l'uomo di fronte alla sua miseria.



\"Il circuito ha sempre ragione\" L.Malesani

Ice o Cassinelli son sempre momenti belli

Il 555 sta all\'elettronica come arduino all\'informatica: entrambi loro malgrado.
caccamo2





postato il:
27.10.2020, alle ore 12:45
double_wrap:
La riduzione della privacy, in pratica il rendere noti nomi, cognomi ed indirizzi dei contagiati, alimenterebbe una catena di reazioni incontrollate e devastanti. Una volta resi noti i contagiati, magari pure guariti, a costoro ed ai loro conviventi:
- le assicurazioni mediche alzerebbero i premi e non rinnoverebbero le polizze
- idem per le assicurazioni sulla vita
- i datori di lavoro non li assumerebbero mai
- le banche non concederebbero piu' mutui e prestiti
- i possessori di immobili non affitterebbero piu' locali
- ecc ecc
inoltre
- i lavoratori potrebbero chiedere il licenziamento dei colleghi contagiati minacciando cause civili ai datori di lavoro
- i cittadini potrebbero intentare cause civili a chi non ha rispettato gli isolamenti contagiando altre persone
- gli usurai avrebbero delle liste di potenziali clienti
- ecc ecc

Ci vuol poco a tornare al contesto del 1600 descritto con lucido orrore da Alessandro Manzoni nella Storia della Colonna Infame. Che poi e' molto simile a quello che accade in Cina, Taiwan e Corea.

Gestire situazioni difficili in una democrazia e' cosa complessa, mentre in una dittatura e' facilissimo.

La cina non e' una dittatura, sono lavoratori anche li, hanno assicurazioni anche li, ci sono cause anche li.

Non mi sembra che siano tornati indietro al 1600, anzi.

Loro hanno economia in crescita, noi in perdita.

Loro vanno al bar senza mascherina, qui c'e' la guerriglia per strada.

Rivedi un attimo la questione perche' sei totalmente fuori strada.





More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
ax77





postato il:
27.10.2020, alle ore 12:52
calma caccamo, dissentire in cina non e' esattamente cosa consigliabile. In certe situazioni, come questa, e' preferibile che sia cosi', pero' non e' che si possano trarne conclusioni generali.
Alla fine, il virus e' partito da quelle parti e ne hanno taciuto l'esistenza (quel poveraccio di medico 30enne non lo ricorda nessuno).
Non ce l'ho con la popolazione, pero' se ci sono stati casi di peste bubbonica (c'e' chi per poverta' si e' mangiato marmotte selvatiche mezze crude) c'e' qualchecosina da correggere...
Il loro pil in crescita? Chiedere i danni per non avere informato tempestivamente la comunita' internazionale potrebbe non essere una idea strampalata, non credo di essere l'unica persona a sostenerlo.



\"Il circuito ha sempre ragione\" L.Malesani

Ice o Cassinelli son sempre momenti belli

Il 555 sta all\'elettronica come arduino all\'informatica: entrambi loro malgrado.
caccamo2





postato il:
27.10.2020, alle ore 12:53
caccamo2:
double_wrap:
La riduzione della privacy, in pratica il rendere noti nomi, cognomi ed indirizzi dei contagiati, alimenterebbe una catena di reazioni incontrollate e devastanti. Una volta resi noti i contagiati, magari pure guariti, a costoro ed ai loro conviventi:
- le assicurazioni mediche alzerebbero i premi e non rinnoverebbero le polizze
- idem per le assicurazioni sulla vita
- i datori di lavoro non li assumerebbero mai
- le banche non concederebbero piu' mutui e prestiti
- i possessori di immobili non affitterebbero piu' locali
- ecc ecc
inoltre
- i lavoratori potrebbero chiedere il licenziamento dei colleghi contagiati minacciando cause civili ai datori di lavoro
- i cittadini potrebbero intentare cause civili a chi non ha rispettato gli isolamenti contagiando altre persone
- gli usurai avrebbero delle liste di potenziali clienti
- ecc ecc

Ci vuol poco a tornare al contesto del 1600 descritto con lucido orrore da Alessandro Manzoni nella Storia della Colonna Infame. Che poi e' molto simile a quello che accade in Cina, Taiwan e Corea.

Gestire situazioni difficili in una democrazia e' cosa complessa, mentre in una dittatura e' facilissimo.

La cina non e' una dittatura, sono lavoratori anche li, hanno assicurazioni anche li, ci sono cause anche li.

Non mi sembra che siano tornati indietro al 1600, anzi.

Loro hanno economia in crescita, noi in perdita.

Loro vanno al bar senza mascherina, qui c'e' la guerriglia per strada.

Rivedi un attimo la questione perche' sei totalmente fuori strada.




che poi rileggendo meglio mi spiace ma non ha davvero senso quello che hai scritto.
I nomi e cognomi non devono essere certo pubblici, basta che siano comunicati al medico, poi esiste una cosa chiamata segreto professionale.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
ax77





postato il:
27.10.2020, alle ore 12:58
che poi rileggendo meglio mi spiace ma non ha davvero senso quello che hai scritto.
I nomi e cognomi non devono essere certo pubblici, basta che siano comunicati al medico, poi esiste una cosa chiamata segreto professionale.


Diventano pubblici in brevissimo tempo senza starci attenti. La app era un'ottima soluzione se fosse stata implementata bene.
Nel paese dove abito, a marzo una povera ragazzina e' stata contagiata dal nonno (cena degli alpini) e la cosa e' diventata di dominio pubblico.
Linciaggio della famiglia sulle chat di paese in whatsapp, ingiurie contro il sindaco e via dicendo... e poi avvocati...



\"Il circuito ha sempre ragione\" L.Malesani

Ice o Cassinelli son sempre momenti belli

Il 555 sta all\'elettronica come arduino all\'informatica: entrambi loro malgrado.
caccamo2





postato il:
27.10.2020, alle ore 13:46
ax77:
Diventano pubblici in brevissimo tempo senza starci attenti. La app era un'ottima soluzione se fosse stata implementata bene.
Nel paese dove abito, a marzo una povera ragazzina e' stata contagiata dal nonno (cena degli alpini) e la cosa e' diventata di dominio pubblico.
Linciaggio della famiglia sulle chat di paese in whatsapp, ingiurie contro il sindaco e via dicendo... e poi avvocati...

se non si sta attenti chi? sei tu che devi stare attento a non dirlo se vuoi la privacy, il medico non lo dice certo a nessuno, o vuoi forse lanciare un'accusa ai medici? Chiaro che se fai come jerry scotty che manda un telegramma ad ogni emittente televisiva esistente, sono problemi tuoi.
Poi per favore non confondiamo i due discorsi, uno e' l'app che avremmo voluto e altro l'app che c'e' adesso e cosa ci si puo' fare, con questa non esistono problemi di privacy, inutile tornare sull'argomento.

ax77:
calma caccamo, dissentire in cina non e' esattamente cosa consigliabile. In certe situazioni, come questa, e' preferibile che sia cosi', pero' non e' che si possano trarne conclusioni generali.
Alla fine, il virus e' partito da quelle parti e ne hanno taciuto l'esistenza (quel poveraccio di medico 30enne non lo ricorda nessuno).
Non ce l'ho con la popolazione, pero' se ci sono stati casi di peste bubbonica (c'e' chi per poverta' si e' mangiato marmotte selvatiche mezze crude) c'e' qualchecosina da correggere...
Il loro pil in crescita? Chiedere i danni per non avere informato tempestivamente la comunita' internazionale potrebbe non essere una idea strampalata, non credo di essere l'unica persona a sostenerlo.


Scusa, ma per me hai elencato una serie infinita di fake news che faccio sinceramente fatica, allora andiamo con ordine:

1)La cina ha avvisato tempestivamente la comunita' internazionale, sapevamo tutti dei primi casi da novembre, l'oms ha elogiato la cina per la trasparenza e ha comunicato a tutti la gravita' della situazione. Siamo noi che ce ne siamo fregati, gli americani, gli europei, l'occidente in generale, andati bene solo quelli che hanno seguito l'esempio della cina, asia (russia e india a parte) australia, nuova zelanda, oceania. Le politiche australiane per esempio sono rigidissime, se le applicassimo qui avremmo gia' i tafferugli sotto casa da marzo.

2)In cina esiste liberta' di pensiero ed e' un continuo sentire di notizie di cinesi dissidenti che dicono la loro ai reporter di mezzo mondo, non mi risulta siano morti o incarcerati.
La differenza e' che la' in tv non ci mandano i zangrillo cinesi e dovremmo farlo anche noi.

3)Adesso va di moda dire che e' dittatura tutto cio' che non ci piace, lo dicono dell'italia, che e' una dittatura sanitaria, solo perche' devono indossare la mascherina. Lo dicono della cina, non si sa bene per quale motivo. Liberta' e democrazia non significa faccio il cazzo che mi pare.

4)In quanto al tema specifico sull'igiene alimentare, ho capito dove vuoi andare a parare, prima di tutto la comunita' internazionale e' d'accordo che i primi casi registrati sono stati in quel mercato. Questo non significa che lo spill-over sia avvenuto effettivamente li. Anzi, non avendo ancora individuato le tracce genetiche degli ospiti precedenti, si ritiene sia possibile che sia mutato all'interno della societa' per chissa' quanto tempo. E' una delle tante ipotesi, semplicemente non lo sappiamo ancora ed incolpare la cina della pandemia e' assurdo, per quanto la lotta ad alcune realta' di violenza sugli animali sia certamente lecita.

5)sui casi di peste bubbonica, mi scoccia ma mi tocca fare dei paragoni scomodi, la produzione e vendita del formaggio coi vermi sardo (a cui io sono appassionato) non e' forse vietata per ragioni sanitarie? Potrei citarne altri esempi, ma secondo te non mangiano animali per poverta' in italia? Il gatto arrosto di quest'estate te lo ricordi? I casi di peste bubbonica relativi al consumo di marmotte sono limitati a realta' culturali rimaste diversi secoli addietro. Non e' il partito che li opprime, e' la vita normale di villaggi sperduti nella tundra mongola a migliaia di metri slm dove se cresce una margherita e' una festa. Prova tu a vivere sul m.bianco facendo finta che le prime tracce di civilta' siano a 2mila km di distanza.

Concludendo, il problema non sono i wet market, il problema e' la diseguaglianza sociale e culturale della societa' capitalista di cui anche la cina fa parte e non esente dai problemi, dato l'enorme e vasto territorio e popolazione osserviamo tante distorsioni e estremismi, ma noi non siamo differenti.



More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
double_wrap




una ogni 100 livelli
una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli una ogni 10 livelli


postato il:
27.10.2020, alle ore 14:43
caccamo2:
[CUT]il medico non lo dice certo a nessuno, o vuoi forse lanciare un'accusa ai medici?[CUT]


Il medico DEVE dirlo all'ASL di competenza che DEVE dirlo al sistema di monitoraggio regionale che DEVE dirlo al sistema di monitoraggio nazionale
Un paio di esempi a caso, presi da google < sorveglianza covid>
https://www.ausl.bologna.it/form/dsp/segnalazione_MI_MMG_PLS
https://www.ordinemedici.brescia.it/moduli/downloadFile.php?…

Lungi da me lanciare accuse ai medici (ma ti pare il caso?) ma lungo il tragitto dei dati ci sono gia' parecchie possibilita' di accessi MiM, se poi abbassiamo i livelli di privacy....

Pero' questo va commentato.
caccamo2:
In cina esiste liberta' di pensiero ed e' un continuo sentire di notizie di cinesi dissidenti che dicono la loro ai reporter di mezzo mondo, non mi risulta siano morti o incarcerati.

Peccato che i cinesi dissidenti che rilasciano interviste siano tutti ben lontano dalla cina. Se anche il mitologico Forchielli (quello di Crozza) ha cambiato idea......



"se peso cado, ma se cado non peso"
adamatj.altervista.org
caccamo2





postato il:
27.10.2020, alle ore 16:48
double_wrap:
caccamo2:
[CUT]il medico non lo dice certo a nessuno, o vuoi forse lanciare un'accusa ai medici?[CUT]


Il medico DEVE dirlo all'ASL di competenza che DEVE dirlo al sistema di monitoraggio regionale che DEVE dirlo al sistema di monitoraggio nazionale
Un paio di esempi a caso, presi da google < sorveglianza covid>
https://www.ausl.bologna.it/form/dsp/segnalazione_MI_MMG_PLS
https://www.ordinemedici.brescia.it/moduli/downloadFile.php?…

Lungi da me lanciare accuse ai medici (ma ti pare il caso?) ma lungo il tragitto dei dati ci sono gia' parecchie possibilita' di accessi MiM, se poi abbassiamo i livelli di privacy....

si ok pero' non cambiare discorso, un conto sono soffiate o furto di dati, altro la pubblicazione. Prima hai ipotizzato uno scenario possibile solo in caso di pubblicazione massiccia e legale di tutti i contagi. In nessun caso il nominativo deve essere passato alle assicurazioni, al datore di lavoro o ai familiari. Se anche il dato sfuggisse non potrebbe essere utilizzato in quanto la legge tutela i cittadini da questo genere di discriminazioni. Se la discriminazione ha luogo puoi intentare causa e la vinci.

double_wrap:
Pero' questo va commentato.
caccamo2:
In cina esiste liberta' di pensiero ed e' un continuo sentire di notizie di cinesi dissidenti che dicono la loro ai reporter di mezzo mondo, non mi risulta siano morti o incarcerati.

Peccato che i cinesi dissidenti che rilasciano interviste siano tutti ben lontano dalla cina. Se anche il mitologico Forchielli (quello di Crozza) ha cambiato idea......

Yuen Kwok-yung e' vivo e vegeto, libero, senza scorta, ed insegna ad HK.
Non direi che l'opinione di forchielli conti qualcosa.





More rigorous analysis is a subject of ongoing investigations.
schottky





postato il:
27.10.2020, alle ore 17:49
double_wrap:


Gestire situazioni difficili in una democrazia e' cosa complessa, mentre in una dittatura e' facilissimo.


Non in democrazia, in un sistema politico capitalista, in un sistema collettivista è ancora difficile ma ci si riesce meglio.
Le situazioni che hai elencate hanno tutte senso solo in un contesto liberista



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale