home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca
 
SOSTITUZIONE BATTERIA DI UN RTC DA PC tipo: livello:
Vi capitato un vecchio pc per le mani che non si avvia a causa di strani errori dal CMOS? Con questo articolo forse potrete risolvere...
 
 



 

 

Sostituzione batteria di un RTC dalla scheda madre di un pc


Girovagando per casa, alla ricerca di componenti hardware per riparare uno dei tanti computer che gli amici portano nel mio "laboratorio", ho trovato in un vecchio scatolone una bellissima scheda madre che risale al lontano 1996: una ASUS P/I-P55T2P4S !

Questa motherboard, nei lontani anni 95-96, era considerata una scheda abbastanza potente grazie anche al supporto del "nuovissimo" socket 7 che permise la diffusione dei nuovi Pentium MMX e degli AMD K5-K6 i quali richiedevano una diversa e più efficente gestione della potenza, ma questa è un'altra storia...

A questo punto vi starete chiedendo: "ma cosa c'entra questo articolo con l'elettronica?" La risposta è che non c'entra molto, ma spero che possa tornare utile lo stesso a qualcuno che si potrebbe ritrovare nella mia situazione.

 

Il primo avvio!


Una volta montata la scheda madre e tutte le sue periferiche in un vecchio case con standard AT, mi accingo tutto contento ad avviare l'alimentatore (ebbene si, nei vecchi sistemi AT l'avviamento dell'alimentatore avveniva con un interruttore dedicato e separato dal resto del sistema; ovviamente senza carico non partiva nemmeno) e successivamente alla fase del POST (Power On Self Test), compaiono a video due frasi inequivocabili:

-CMOS checksum error - Defaults loaded
-CMOS battery failed

Il sistema, nonostante vengano caricate le impostazioni di default per il BIOS, non riesce ad avviarsi completamente e si blocca alla schermata dei due errori, rendendo praticamente inutilizzabile il pc. Chiaramente la batteria tampone del CMOS, dopo anni e anni di inutilizzo, si scarica quasi completamente...poco male penso, sostituirla è un gioco da ragazzi e invece, dopo un'accurata ispezione visiva non riesco proprio a trovarla!!

 

Individuiamo la batteria


Documentandomi un pò su google, vengo a scoprire che nella quasi totalità delle vecchie motherboard, la batteria è un tutt'uno con il modulo RTC integrato. Per chi non lo sapesse, RTC è l'acronimo di Real Time Clock e non è altro che un semplice dispositivo che si occupa di conteggiare e memorizzare l'orario di sistema anche quando quest'ultimo è spento; per fare ciò, ha chiaramente bisogno di una fonte di alimentazione esterna, ovvero la classica batteria tampone a "bottone" da 3V che si trova in tutte le schede madri e che, quando si scarica, crea non pochi problemi come il mio.    
I modelli di RTC più comuni che possiamo trovare nelle vecchie schede sono questi:

-Dallas DS12887A
-Tech Houston
-Benchmarq BQ3287
-Odin OEC12C887A
-ST M48T86

Molti modelli sono compatibili tra loro (ad esempio l'Odin con il Dallas e l'ST) ma vi consiglio comunque di dare uno sguardo al datasheet del modello che vi serve.
L'ASUS in questione, è provvista dell'RTC "Odin OEC12C887A", quindi da questo momento in poi, il resto dell'articolo farà riferimento esclusivamente a questo modello in particolare.

Come potete vedere, l'RTC è saldato direttamente sulla scheda madre e non c'è possibilità di accedere al suo interno senza "squartarlo" (che brutto termine). A questo punto possiamo procedere in due differenti modi per raggiungere il nostro scopo: acquistiamo un modulo identico o comunque compatibile pin-to-pin (fate riferimento al datasheet) a quello che monta la nostra scheda madre e lo sostituiamo, oppure andiamo a intervenire direttamente nel "cuore" del componente e sostituiamo la sua batteria. Secondo voi cosa ho scelto di fare?

 

Sostituzione della batteria

Ovviamente ho preferito la seconda soluzione, ovvero l'intervento "brutale"!

Premessa: all'interno del modulo sono presenti 3 componenti ovvero la batteria tampone, un quarzo e un circuito integrato. Prestate la massima attenzione quindi per eseguire le operazioni che riporto di seguito.

La prima cosa che dobbiamo fare, è rimuovere il rivestimento superiore in plastica. Io ho utilizzato un semplice taglierino per eseguire l'incisione, ed un piccolo cacciavite italiano per sollevare e rimuovere lo strato superiore. 

                                                 
Successivamente andiamo a rimuovere lo strato centrale in resina che risulta abbastanza duro. Io personalmente ho preferito praticare una serie di fori consecutivi con il trapano a colonna utilizzando una normale punta da 3mm, ma se avete una mano ferma ed un dremel, potrete fare un lavoro più pulito. In questa fase bisogna evitare di scendere troppo in profondità, in quanto si potrebbero danneggiare i componenti interni. Per darvi un indicazione, lo strato di resina oltre il quale si trova la batteria è spesso all'incirca 2,5mm/3mm. Ad ogni modo, quando iniziate a vedere uno strato di color argento fermatevi e continuate a lavorare nella zona contigua fino a quando non raggiungerete un risultato simile:

Finalmente abbiamo trovato la batteria e ci avviamo verso la conclusione di questo lavoretto. Come è ben visibile, la batteria in questione è una CR1220 da 3V. Solitamente le batterie più comuni nelle schede madri sono le CR2032, quindi a questo punto potete decidere se sostituirla con una dello stesso formato e utilizzare lo stesso "alloggio", oppure se eseguire un ulteriore modifica rendendola esterna al modulo RTC e montando ad esempio la classica CR2032 che è più facile da reperire.

Io ho scelto di percorrere questa seconda strada che è un pò più "laboriosa", ma voi chiaramente siete liberi di scegliere anche l'altra. Per rendere la pila esterna, bisogna procurarsi un classico socket per le CR2032 (io l'ho recuperato da una vecchia motherboard) e trovare uno spazio libero nel pcb della scheda.

Rimuoviamo la vecchia batteria oramai scarica come potete vedere dalla foto successiva, e saldiamo due spezzoni di cavo elettrico sottile alle due lamine dell'alloggio interno all'RTC: la lamina superiore rappresenta il polo positivo mentre la lamina inferiore il polo negativo.  

 

Per concludere saldiamo i due cavi al socket della pila facendo attenzione alla polarità, e stiamo attenti a sigillare per bene il tutto onde evitare eventuali corti. Io ho utilizzato della normale colla a caldo e ho sfruttato due fori passanti del pcb per poter nascondere il filo facendolo passare nella parte inferiore. A questo punto il lavoro è completo! Insieriamo la batteria tampone e accendiamo il computer! Se tutto è andato bene, una volta reimpostati i parametri del bios potete utilizzare il vostro pc normalmente. Di seguito ecco le foto del lavoro completo.

 

Spero che quest'articolo possa tornare utile a qualcuno, e anche se non si tratta di elettronica ai massimi (e anche ai minimi) livelli, ho voluto condividere ugualmente questa esperienza.

N.B. NON mi assumo alcuna responsabilità per eventuali danni arrecati a cose e persone (e anche animali :D)

 

Saluti, CXS88





  il parere della community
esprimi il tuo voto approvi questa pagina? promo


  non sei autenticato, per questo non puoi visualizzare i commenti sulla pagina. Se sei registrato accedi oppure registrati.


difficoltà
costo
informazioni
Questa pagina è stata creata da CXS88
il 11/03/2012 ore 16:42
ultima modifica del 11/03/2012 ore 19:30
la pagina è stata visitata 5518 volte




Lo staff di www.grix.it non si assume responsabilità sul contenuto di questa pagina.
Se tu sei l'autore originale degli schemi o progetti proposti in questo articolo, e ritieni che siano stati violati i tuoi diritti, contatta lo staff di www.grix.it per segnalarlo.

   
 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale