home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca
 
CARICABATTERIE NI-CD E NI-MH tipo: livello:
Semplice caricabatterie da non sottovalutare, facile ed affidabile!!
 
 



Caricabatteria per Accumulatori Ni-Cd ed Ni-Mh


 

Resistenze (tutte la 5% 1/4 o 1/8watt)
R1    1K ohm
R2    Vedi Articolo

Condensatori
C1   2200uF 35Volt Elettrolitico

Integrati
IC1    LM317

Diodi
D1    1N4007
D2    1N4007
Led   Diodo Led

Varie
Aletta di raffreddamento per IC1

 


 

Anche se la semplicità dello schema elettrico può trarre in inganno è un circuito molto valido. La corrente di carica viene mantenuta costante grazie all'integrato LM317 e regolata tramite la resistenza R2, mentre D2 serve a proteggere l’integrato IC1 nel caso si spenga il circuito lasciando attaccato l’accumulatore. E' importante applicare un'adeguata aletta di raffreddamento sull'integrato LM317. In entrata occorre applicare una tensione raddrizzata pari a n.elementiX1,6, non esagerate con la tensione di entrata perché tutti i volt in più vengono dissipati in calore.

Calcolo della resistenza R2
La resistenza R2 limita la corrente di carica e si può calcolare tramite la formula R2(Ohm)=1250/mA di ricarica (es. 1250/60=20.8 Ohm per accumulatori da 600mA/h), mentre la potenza che la resistenza dovrà dissipare sarà data da 0.00125XmA di ricarica=Watt resistenza (es. 0.00125X60=0.075 Watt, quindi va bene una resistenza da 1/4 di Watt). Poiché difficilmente si riusciranno a trovare resistenze dell'esatto valore che abbiamo calcolato è possibile avvicinarsi al valore ideale collegando 2 o più resistenze in parallelo (1/Rtot=1/R2 + 1/R2b) o in serie (Rtot=R2 + R2b), In ogni caso una decina di mA in più o in meno non pregiudica sicuramente la ricarica.

Come ricaricare le batterie al Nichel-Cadmio
Un efficace processo di ricarica garantisce una lunga vita ai nostri accumulatori (circa 1000 cicli di carica/scarica), per ricaricarli correttamente occorre fornirgli una corrente continua o impulsiva pari ad 1/10 della capacità dell'accumulatore (es. un accumulatore da 600mA/h va ricaricato con una corrente di 60 mA) per un tempo di circa 14 ore (16 per la prima ricarica).
Nel caso che i nostri elementi sopportino anche elevati correnti di ricarica, i cosiddetti elementi sinterizzati, possiamo elevare la corrente di carica fino alla stessa capacità dell'elemento (es. accumulatore da 600mA/h, ricarica con una corrente di 600mA) per circa 1 ora stando molto attenti a posizionare gli accumulatori in un ambiente ventilato in modo da smaltire la gran quantità di calore prodotta.
E' consigliabile scaricare i pacchi ogni 2-3 cicli di ricarica fino a portare la tensione ad un valore pari a n.accumulatori X 1, in ogni caso mai sotto i 0,8 per elemento (es. pacco da 4 elementi (4,8 Volt) va scaricato fino a 4 Volt), non scaricate mai i vostri pacchi fino a 0 Volt, rischiereste solamente di danneggiare qualche elemento rendendo il pacco inutilizzabile.
Per calcolare il tempo necessario alla ricaricarica di una batteria ricaricabile potete usare questa semplice formula:
(mA della batteria : mAh forniti dal caricabatt.) * 1,4 = Tempo di ricarica in ore
Es.
Batteria da 1000mAh caricata a 100mA, (1000 : 100) * 1,4 = 14 ore

N.B.

Queste informazioni sono adatte a tutti i tipi di accumulatori al Ni-Cd, ma per alcuni particolari tipi di elementi esistono procedure di carica/scarica che permettono di ottenere un miglior rendimento complessivo della cella.

Montaggio del circuito
Montate tutti i componenti stando molto attenti al verso del condensatore C1 e dei 3 diodi, l'integrato IC1 deve essere montato con il lato metallico verso la resistenza R2. Alla fine non scordatevi di mettere su IC1 un dissipatore sufficientemente dimensionato a smaltire il calore generato. Il circuito funzionerà appena lo alimenterete.

Inserisco di seguito il disegno della basetta e lo schema con la posizione dei pezzi(non sono in scala)

 

Buona carica a tutti!!!!!!!!!!





  il parere della community
esprimi il tuo voto approvi questa pagina? promo


  non sei autenticato, per questo non puoi visualizzare i commenti sulla pagina. Se sei registrato accedi oppure registrati.


difficoltà
costo
informazioni
Questa pagina è stata creata da andrea8506
il 17/12/2006 ore 21:07
ultima modifica del 18/12/2006 ore 17:55
la pagina è stata visitata 42651 volte




Lo staff di www.grix.it non si assume responsabilità sul contenuto di questa pagina.
Se tu sei l'autore originale degli schemi o progetti proposti in questo articolo, e ritieni che siano stati violati i tuoi diritti, contatta lo staff di www.grix.it per segnalarlo.

   
 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2020 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale