home | area personale         schemi | tutorial | robotica | pic micro | recensioni         forum | chat irc         faq | contatti         store | Ordina PCB
username
password
cerca

 
FORUM: Elettronica Generale
Qui si parla di tutto....dall'analogico al digitale, dal software all'hardware, dal semplice crepuscolare al computer.


Precision Full-Wave Peak Detector
     
Autore Messaggio opzioni
PVSAT





postato il:
02.05.2022, alle ore 20:24
Precision Full-Wave Peak Detector 

Salve, sto realizzando un circuito rilevatore di picchi per un integrato LM3916, dal datasheet TI suggerisce il circuito seguente

Ho realizzato questo,
però il software avvisa di un cortocircuito sul pin di V-.
Vi ringrazio per l'aiuto.
caccamo2





postato il:
02.05.2022, alle ore 21:22
Nello schema ci sono degli amplificatori operazionali mentre lm3916 è un integrato per vumeter.
Ad ogni modo, lo schema sembra disegnato bene, in genere quando il simulatore restituisce questo genere di errori c'è qualche problema di collegamenti tra simbolo e modello spice.
Prova ad usare un amplificatore operazionale ideale a 3 pin senza alimentazioni.



...
schottky





postato il:
03.05.2022, alle ore 09:24
Se per full wave si intende che devi rivelare i picchi di entrambi i segni il circuito non può funzionare ad alimentazione singola in quanto gli orerazionali non accettano le semionde negative. Forse è lo stesso motivo per cui ti viene segnalato quell'errore, prova ad alimentare il circuito con alimentazione doppia (+Vcc e -Vcc)


Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
PVSAT





postato il:
06.05.2022, alle ore 13:55
schottky:
Se per full wave si intende che devi rivelare i picchi di entrambi i segni il circuito non può funzionare ad alimentazione singola in quanto gli orerazionali non accettano le semionde negative. Forse è lo stesso motivo per cui ti viene segnalato quell'errore, prova ad alimentare il circuito con alimentazione doppia (+Vcc e -Vcc)

Si dovrebbe rivelare i picchi di entrambi i segni, provo grazie, nel caso sapete se è possibile generare la doppia alimentazione partendo dalla singola?
Ci sono altrtri circuiti che utilizzano la singola sono ugualmente validi oppure meglio con doppia



Vi ringrazio delle risposte.
PVSAT





postato il:
06.05.2022, alle ore 13:57
caccamo2:
Nello schema ci sono degli amplificatori operazionali mentre lm3916 è un integrato per vumeter.
Ad ogni modo, lo schema sembra disegnato bene, in genere quando il simulatore restituisce questo genere di errori c'è qualche problema di collegamenti tra simbolo e modello spice.
Prova ad usare un amplificatore operazionale ideale a 3 pin senza alimentazioni.


Si questo è il circuito rilevatore di picchi che viene prima dell IC.
PVSAT





postato il:
06.05.2022, alle ore 16:37
PVSAT:
schottky:
Se per full wave si intende che devi rivelare i picchi di entrambi i segni il circuito non può funzionare ad alimentahttps://i.ibb.co/vvvxvXq/lm3916-vu-meter-circuit-schematic-d… singola in quanto gli orerazionali non accettano le semionde negative. Forse è lo stesso motivo per cui ti viene segnalato quell'errore, prova ad alimentare il circuito con alimentazione doppia (+Vcc e -Vcc)

Si dovrebbe rivelare i picchi di entrambi i segni, provo grazie, nel caso sapete se è possibile generare la doppia alimentazione partendo dalla singola?
Ci sono altrtri circuiti che utilizzano la singola sono ugualmente validi oppure meglio con doppia



Vi ringrazio delle risposte.


Links schemi più grandi

schottky





postato il:
06.05.2022, alle ore 17:14
Ovviamente se il tuo riferimento è la massa l'alimentazione singola non può andare, i circuiti di questo tipo ad alimentazione singola usano come riferimento un punto intermedio ottenuto con un rail.splitter di qualche tipo da una semplice coppia di resistenze a circuiti integrati dedicati (TLE246) il problema è che dovresti riferire la tua massa a questo punto e quidi dovresti sempre avere due alimentazioni. Il modo più semplice per ottenere una tensione negativa da una positica è un convertitore dc-dc di piccola potenza per esempio con un 555

Esisteva un IC specifico per questa funzione ma non mi ricordo la sigla, quando me la ricordo te la posto



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
PVSAT





postato il:
06.05.2022, alle ore 17:36
schottky:
Ovviamente se il tuo riferimento è la massa l'alimentazione singola non può andare, i circuiti di questo tipo ad alimentazione singola usano come riferimento un punto intermedio ottenuto con un rail.splitter di qualche tipo da una semplice coppia di resistenze a circuiti integrati dedicati (TLE246) il problema è che dovresti riferire la tua massa a questo punto e quidi dovresti sempre avere due alimentazioni. Il modo più semplice per ottenere una tensione negativa da una positica è un convertitore dc-dc di piccola potenza per esempio con un 555

Esisteva un IC specifico per questa funzione ma non mi ricordo la sigla, quando me la ricordo te la posto

Grazie per la risposta hai visto gli altri schemi a singolo operazionale cosa ne pensi?
Se ti viene in mente grazie scrivi pure.
PVSAT





postato il:
06.05.2022, alle ore 18:12
Trovato questo sembra molto interessante
schottky





postato il:
07.05.2022, alle ore 08:05
Questo è un rail-splitter se vuoi riferiti alla massa del tuo sgnale di ingresso la dovrai collegare al punto di massa virtuale cioè al gnd dello schema e quindi avrai comunque bisogno di due alimentazioni indipendenti.
Io avevo capito che non lo potev/volevi fare, se invece puoi farlo e l'alimentazione del peak detector è indipendente da quella del circuito a monte allora basta che rifai lo schema che avevi postato ad alimentazione singola cioè collegando sia la massa del segnale di ingresso sia i piedini (+) degli ingressi degli operazionali alla massa virtuale ottenuta mediante due semplici resistenze uguali in serie tra il + e il - della alimentazione del peak detector ovviamente anche il picco rivelato lo leggerai tra l'uscita del circuito e la massa viruale.
Il circuto di maasa virtuale col TDA2030 è inutile in questo caso perchè serve lel caso siano necessarie forti correnti.



Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. -- W. Allen
segui questo thread con grixFC, per questa funzione devi aver installato il software grixFC

torna su
     

Come utente anonimo puoi leggere il contenuto di questo forum ma per aprire una discussione
o per partecipare ad una discussione esistente devi essere registrato ed accedere al sito




 

 
 
indietro | homepage | torna su copyright © 2004/2022 GRIX.IT - La community dell'elettronica Amatoriale